in ,

Quale iPhone conviene comprare oggi (e perché)[Edizione di Metà 2021]

Se vi state chiedendo se vale la pena comprare i nuovi melafonini o se per le vostre esigenze sono meglio quelli della generazione precedente, questo articolo è perfetto per voi. A Novembre 2020, Apple ha presentato i nuovi iPhone 12 mini, 12, 12 Pro e 12 Pro Max, mantenendo nella line-up alcuni dispositivi delle annate precedenti. Ora andremo a confrontarli e a conoscerli meglio per capire qual è l’iPhone giusto per ogni esigenza.

I nuovi iPhone 12

A Novembre 2020, con l’evento autunnale, Apple ha presentato i nuovi iPhone (trovate i due comunicati stampa qui e qui): iPhone 12 Mini, iPhone 12 e iPhone 12 Pro e 12 Pro Max. Nel listino rimangono, però, disponibili alcuni modelli introdotti qualche anno fa, si tratta dei modelli iPhone 11, iPhone XR ed iPhone SE 2020.

Per un acquisto consapevole cerchiamo di conoscere nel dettaglio i nuovi modelli. Per 11, XR ed SE 2020 vi rimando alla guida all’acquisto della precedente generazione anche se parleremo di loro a fine articolo.


Cosa accomuna i nuovi melafonini?

Gli iPhone 12 offrono una vastissima scelta che non scontenta nessuno: possiamo, scegliere infatti, se acquistare dei modelli più “consumer”, come il 12 Mini (il meno costoso ed il più compatto) e il 12 (modello realmente base a mio avviso), o passare a dei modelli non troppo diversi, ma con qualche funzione pensata per i professionisti della fotografia, il 12 Pro e il 12 Pro Max.

Tutti i nuovi modelli di iPhone 12 supportano la tecnologia MagSafe (una rivisitazione dei connettori magnetici di ricarica già conosciuti in passato con i vecchi MacBook), la compatibilità alla rete 5G, la presenza di schermi OLED anche nei modelli meno cari, il supporto alle eSim e al DualSim (eSim + Sim Fisica). Tra le cose secondarie troviamo anche il chip U1 Wideband, il supporto a Wifi 6 e molto altro. Ci ritroviamo ancora davanti al connettore Lightning e all’impermeabilità IP68 che protegge l’iPhone da schizzi, gocce e polvere.


iPhone 12 e iPhone 12 Mini

I modelli base della nuova gamma di iPhone sono iPhone 12 e iPhone 12 Mini. La prima caratteristica da evidenziare è la maneggevolezza di quest’ultimo per le dimensioni più compatte. Questa riduzione in termini di design ha però delle conseguenze sull’autonomia del dispositivo.

Colorazione

Entrambi gli iPhone sono venduti in cinque diverse colorazioni: Nero, Bianco, (Product)RED, Verde e Blu; Sono realizzati con una scocca in alluminio e lo schermo è prodotto con una nuova tecnologia chiamata Ceramic Shield, la parte posteriore invece è in vetro.

Capacità

Il taglio di memoria base è di 64gb. Sono anche acquistabili le configurazioni a 128 e 256 gb. I modelli Pro, come vedremo successivamente, partono invece da 128 gb. Per questo motivo mi sento di consigliare a chi se lo possa permettere, l’acquisto delle configurazioni intermedie o superiori di capacità trascurando il modello da 64gb. Nei prossimi anni sarà una scelta che sarete contenti di aver fatto.

Processore / Ram

Tutti gli iPhone 12 hanno in comune lo stesso processore. Parliamo di A14 Bionic coadiuvato dal co-processore Neural Engine di nuova generazione.

Per quanto riguarda i tecnicismi, A14 Bionic (esacore da 2.1 Ghz standard) nel suo insieme è composto da due core veloci da 2.65 GHz Firestorm e da quattro core a 1.8 GHz Icestorm.

Sia iPhone 12 che iPhone 12 Mini sono dotati di 4gb di ram.

Autonomia

La potenza di ricarica MagSafe può arrivare fino a 15W, la Wireless Qi fino a 7.5 Watt, infine è possibile sfruttare la ricarica rapida tramite un alimentatore da 20W o superiore per arrivare al 50% di carica in soli 30 minuti.

Al solito, nelle specifiche tecniche vengono precisati i tempi di autonomia in base al tipo di utilizzo. É plausibile ipotizzare una riproduzione video di 10-12 ore per iPhone 12 Mini e di 11-13 ore su iPhone 12.

Su Youtube troviamo molti video che testano la reale autonomia dei nuovi iPhone. Tra la vasta scelta a disposizione, spicca il test fatto da Arun Maini: il suo Draining Test ha confrontato iPhone 11 Pro Max, 11 Pro, 12, 12 Pro, 11, Xr ed SE 2020 stressandoli con Bluetooth e Wifi Accesi, senza SIM, con iOS 14, salute dello schermo 100% e con la stessa percentuale di salute e carica delle batterie.

iPhone 12, che è dotato di una batteria da 2815 mAh, raggiunge 6 ore e 41 minuti di schermo contro 8 ore e 29 minuti di iPhone 11 Pro Max e 7 ore e 36 minuti e iPhone 11 Pro.

Per quanto riguarda i 12 Mini, dotati di una batteria da soli 2227 mAh, secondo molte testate giornalistiche dovete togliere più o meno un’ora di autonomia. Di solo schermo quindi farà 5 ore e 41 minuti circa.

Il vero problema degli iPhone 12 per quanto riguarda lo stress della batteria è la rete 5G che risulta molto molto dispendiosa in termini di consumo. Per ovviare al problema, Apple ha deciso di lasciare che sia l’utente a decidere se e come sfruttare la rete 5G.

Attraverso la Smart Mode, infatti, è possibile sfruttare la potenza del nuovo standard solo quando è strettamente necessario. Nonostante la tacca del 5G sia visibile ogni qualvolta la copertura lo permetta, solo in modalità “5G Attivo” beneficeremo della velocità aggiuntiva. Con “5G Auto”, il nome della Smart Mode nelle impostazioni della Rete Dati, invece sarà il telefono a decidere quando sbloccare i limiti del 4G LTE passando al 5G.

Passiamo ai dati: Il consumo di iPone 12 in modalità navigazione web scende da 10 ore e 23 minuti (test diverso da quello citato prima, questo è di Tom’s Guide) in 4G a 8 ore e 25 minuti in 5G sempre attivo. Per i Mini, come prima, bisogna togliere circa un’ora di autonomia a entrambi i risultati.

Display e Scocca

In iPhone 12 e iPhone 12 Mini ritroviamo tutta la tecnologia a cui eravamo abituati: True Tone, HDR, gamma cromatica P3 e così via. I nuovi smartphone si arricchiscono però di pannelli OLED e del rivestimento in Ceramic Shield.

Sul sito ufficiale, Apple chiama il nuovo display un Super Retina XDR OLED all-screen con copertura in Ceramic Shield.

Il rivestimento in Ceramic Shield è una novità nel settore, secondo Apple, permette ad iPhone di essere 4 volte più resistente alle cadute rispetto alla generazione precedente. Si tratta, nel concreto, di cristalli di ceramica in nnoscala prodotti con processo a doppio scambio ionico. La protezione ora è di un altro livello ma fossi in voi valuterei comunque l’assicurazione Apple Care+ (almeno per evitare rogne in futuro).

I pollici e la risoluzione degli schermi sono i seguenti:

  • iPhone 12 mini ha uno schermo di 5.4″ con risoluzione 2340×1080 pixel a 476ppi,
  • iPhone 12 ha uno schermo da 6.1″ con risoluzione da 2532×1170 pixel a 460 ppi.

La luminosità massima tipica per entrambi i dispositivi è di 625 nit, che salgono a 1200 in modalità HDR.

La parte posteriore del telefono invece è il vetro classico che conosciamo da iPhone 8. I bordi invece sono realizzati in alluminio aerospaziale.

Fotocamera

Il comparto fotografico è identico tra i due modelli. Le fotocamera da 12MP posteriori sono un ultra-grandangolo da f/2.4 con un angolo di campo da 120° ed un grandangolo con focale f/1.6. Lo zoom-out ottico è un 2x mentre lo zoom digitale è un 5x.

A nostra disposizione avremo anche la modalità ritratto introdotta con iPhone 11, l’illuminazione a sei scene, la stabilizzazione ottica per il grandangolo, il flash True Tone migliorato, la tecnologia Deep Fusion per foto migliorate, il supporto allo Smart HDR 3 e a tutte quelle funzionalità che già implementate nei precedenti modelli di iPhone.

Prezzo

iPhone 12 e 12 Mini non includono l’alimentatore a muro e le cuffiette Lightning che vanno comprate a parte. La confezione italiana include solo lo smartphone e il cavo di ricarica usb-c a Lightning. Se stai migrando da un vecchio iPhone considera di conservare il cavo e l’alimentatore. Ricaricherai più lentamente ma finché il connettore del cavo è Lightning il supporto è garantito.

Tips: Acquistando iPhone da uno store francese di persona o online riceverai un diverso tipo di confezione che include gli auricolari ma non l’alimentatore. Apple infatti è dovuta sottostare alle leggi nazionali per la protezione della salute degli utenti francesi.

Fatte le premesse questo è il listino ufficiale di iPhone 12 e iPhone 12 Mini è il seguente:

  • iPhone 12 64gb: 939€
  • iPhone 12 128gb: 989€
  • iPhone 12 256gb: 1109€
  • iPhone 12 Mini 64gb: 839€
  • iPhone 12 Mini 128gb: 889€
  • iPhone 12 Mini 256gb: 1009€

Apple Care+ è un’assicurazione con franchigia che protegge lo smartphone e la batteria contro i danni accidentali assicurati. Sono coperti due danni accidentali ogni 12 mesi. I vantaggi si sommano ai diritti del consumatore in termine di Garanzia Legale di 24 mesi.

  • AppleCare+ per iPhone 12 e 12 Mini: 169€

Considerazioni personali

Se siete degli utenti semplici ovvero che non hanno pretese da professionisti su fotografie e video da poter rielaborare in modo avanzato in post produzione, iPhone 12 e iPhone 12 Mini vanno più che bene per le vostre esigenze.

Del comparto fotografico l’unico risentimento che potreste avere è l’assenza del teleobiettivo che viene usato esclusivamente per fare scatti lontani senza sfocare la foto con il zoom digitale. Per il resto, la tecnologia presente negli iPhone 12 Pro e Pro Max è poco percepibile nella mani di un utente qualunque.

Se come me stavate aspettando il supporto al 5G per evitare di comprare un telefono vecchio in partenza, questo è il momento giusto per iniziare a pensare di cambiare iPhone. Non me ne vogliano i possessori di iPhone 11 ed iPhone SE 2020 o il potenziali acquirenti: il discorso è che la diffusione della rete 5G presto potrà far storcere il naso a chi, nell’ottica di risparmiare sullo smartphone si ritrova tagliato fuori da una tecnologia sempre più presente. Questo non vale per chi cambia spesso telefono, ma non è il mio caso: per la precisione il mio iPhone 6s – a cui sono molto affezionato – probabilmente andrà in pensione solo a fine anno con l’annuncio dei futuri iPhone 12S o 13. Se tutto andrà per il verso giusto saranno sei anni di onorato servizio.

Molto carina sia sotto il punto di vista funzionale sia per il lato tecnico la rivisitazione della tecnologia MagSafe. Non ne ho parlato prima e quindi apro adesso la parentesi: i connettori MagSafe sono dei magneti, iPhone 12 invece ha una bobina che fa da calamita. Quando l’accessorio compatibile entra in contatto ravvicinato col telefono si sente un suono di assestamento. Tramite il riconoscimento NFC, iPhone saprà che tipo di accessorio si è collegato. Sullo Store Apple trovate ad esempio dei taccuini dove riporre le vostre carte di credito, delle cover magnetiche e molto altro. Su Amazon invece sono disponibili delle powerbank che erogano la ricarica non a connessione con il cavo ma proprio tramite MagSafe.

Personalmente i contro riguardano solamente le mie aspettative su funzionalità o tecnologie ancora assenti: l’assenza della porta usb-c (che per i possessori di MacBook inizia a farsi pesate dato che i portatili hanno in dotazione solo ed unicamente prese usb-c Thunderbolt), la mancata rivisitazione del TouchID (che sui nuovi iPad è stato re-introdotto nel pulsante laterale di accensione), il mancato supporto al refresh rate adattivo a 120hz e, per finire, la ricarica inversa (disponibili su alcuni iPad di ultima o penultima generazione) iniziano a farsi sentire.

iPhone 12 Pro e Pro Max

Per i professionisti, Apple ha pensato a due modelli simili ma estremamente differenti, nelle funzionalità che vanno a introdurre, di iPhone. 12 Pro e 12 Pro Max offrono la terza fotocamera, il supporto allo scanner LiDAR, il supporto al formato ProRAW e all’acquisizione di filmati con Dolby Vision. Iniziamo.

Colorazione

iPhone 12 Pro e 12 Pro Max vengono venduti in quattro diverse colorazioni: Argento, Grafite, Oro e Blu Pacifico. La scocca è realizzata in acciaio chirurgico inossidabile, il vetro frontale è protetto tramite Cermic Shield, il vetro posteriore invece è opaco.

Capacità

Piccola rivoluzione nel mondo degli iPhone: il taglio minimo di memoria è di 128gb. Scompare la versione da 64gb e rimangono i tagli successivi. É infatti possibile scegliere anche le edizioni da 256 e 512gb. La conseguenza del cambio di rotta è una fluttuazione del prezzo, l’augurio per i futuri iPhone è di veder morire la versione da 64gb ovunque e non solo nei modelli più avanzati.

Consiglio personale, non fatevi ingannare dall’assenza del modello da 64gb: il taglio intermedio converrà comunque perché gli artefatti multimediali prodotti dai Pro sono più pesanti in termini di peso digitale rispetto alla controparte acquisita su 12 Mini e 12.

Processore / Ram

Nulla da aggiungere o da cambiare sotto il punto di vista del processore rispetto ai 12. Il chip A14 Bionic è un processore esacore da 2.1 Ghz standard che nel suo insieme è composto da due core a 2.65 GHz Firestorm e da quattro core 1.8 GHz Icestorm.

Aumenta la Ram a disposizione, 12 Pro e 12 Pro Max possono contare su 6gb di memoria contro i 4gb dei modelli base.

Autonomia

La batteria degli iPhone 12 Pro è di 2815 mAh, la stessa capacità di iPhone 12. Quella del Pro Max, visto anche il display più grande, è maggiore e arriva a 3687mah. L’autonomia è comunque maggiore rispetto ai modelli base per entrambi i modelli.

iPhone 12 Pro dovrebbe assestarsi sulle 11-15 ore di autonomia medie per salire verso le 15-17 ore del Pro Max.

Display e Scocca

iPhone 12 Pro e 12 Pro Max sono entrambi dotati di un display Super Retina XDR Oled All-Screen. Lo schermo di 12 Pro misura 6.1″ con una risoluzione da 2532×1170 pixel a 460 ppi, iPhone 12 Pro Max invece ha uno schermo da 6.7″ con una risoluzione da 2778×1284 pixel a 458 ppi.

Entrambi i modelli sono dotati di True Tone, supporto all’HDR e alla gamma cromatica P3. La luminosità massima tipica è di 625 nit, il valore sale a 1200 in modalità HDR.

La tecnologia Ceramic Shield è una novità nel settore, secondo Apple 4 volte più resistente alle cadute rispetto alla generazione precedente di iPhone. Si tratta di cristalli di ceramica in nnoscala prodotti con processo a doppio scambio ionico. La protezione ora è di un altro livello ma fossi in voi valuterei comunque l’assicurazione Apple Care+ (almeno per evitare rogne in futuro).

La parte posteriore del telefono invece è il vetro classico che conosciamo da iPhone 8. I bordi invece sono realizzati in alluminio aerospaziale. Sui 12 Pro invece il materiale sarà differente.

Fotocamera

iPhone 12 Pro e iPhone 12 Pro Max sono dotati dello stesso comparto fotografico composto, frontalmente da tre diverse lenti: ultra-grandangolo, grandangolo e teleobiettivo:

  • Ultra-grandogolo: f/2.4 e angolo di campo 120°
  • Grandangolo: f/1.6
  • Teleobiettivo: f/2.0 (iPhone 12 Pro) o f/2.2 (per iPhone 12 Pro Max)

Lo zoom digitale del Pro è un 10x, arriva a 12x per il Pro Max. Lo zoom-in ottico invece è un 2.5x, zoom-out a 2x per 12 Pro e 5x per Pro Max.

A tutti i vantaggi di iPhone 12 e 12 Mini si aggiunge lo scanner LiDAR che abbiamo già conosciuto sull’attuale generazione di iPad Pro che ormai ha poco più di un anno di vita (e che presto dovrebbe essere rinnovata).

LiDAR permette di scansione la scena tramite infrarossi migliorando notevolmente gli scatti fotografici e l’uso della realtà aumentata. Viene nel concreto creata una mappa di profondità nell’arco di qualche nanosecondo, la profondità viene usata per posizionare meglio gli oggetti in AR, per velocizzare la scansione della superficie, e in generale per scattare foto al buio in modalità notturna ottimizzando la messa a fuoco degli oggetti presenti con l’aiuto del Neural Engine che coadiuva il processore A14.

Importante anche la registrazione video in 4K HDR con supporto al Dolby Vision fino a 60 fps. Le riprese non HDR in 4K possono essere anche a 24, 25 e 30 fps.

Le foto possono essere salvata nel formato ProRAW che consente ai programmi di editing avanzati di sfruttare tutti i metadati aggiuntivi grezzi, al pari del formato RAW presente nelle Reflex. Tutti questi metadati, in fase di post-produzioni, saranno fondamentali per un buon editing dello scatto.

Prezzo

iPhone 12 Pro e 12 Pro Max non includono l’alimentatore a muro e le cuffiette Lightning che vanno comprate a parte. La convenzione italiana include solo lo smartphone e il cavo di ricarica usb-c a Lightning. Se stai migrando da un vecchio iPhone considera di conservare il cavo e l’alimentatore. Ricaricherai più lentamente ma finché il connettore del cavo è Lightning il supporto è garantito.

  • iPhone 12 Pro 128gb: 1189€
  • iPhone 12 Pro 256gb: 1309€
  • iPhone 12 Pro 512gb: 1539€
  • iPhone 12 Pro Max 128gb: 1289€
  • iPhone 12 Pro Max 256gb: 1409€
  • iPhone 12 Pro Max 512gb: 1639€

Apple Care+ è un’assicurazione con franchigia che protegge lo smartphone e la batteria contro i danni accidentali assicurati. Sono coperti due danni accidentali ogni 12 mesi. I vantaggi si sommano ai diritti del consumatore in termine di Garanzia Legale di 24 mesi.

  • AppleCare+ per iPhone 12 Pro e 12 Pro Max: 229€

Considerazioni personali

Consiglio iPhone 12 Pro e Pro Max esclusivamente ai professionisti che devono lavorare in post-produzione per foto e video. Si tratta di un acquisto che se fatto solo per avere il modello più figo può trasformarsi in una semplice perdita di soldi.

Potrebbe avere senso, considerando LiDAR anche per i videogiocatori in AR ma in questo caso mi sembrano comunque veramente troppi soldi da spendere che magari uno può “investire” in console di ultima generazioni o computer da gaming entry-level o ancora degli smartphone Android dove è possibile sfruttare xbox pass o soluzioni simili.

Se siete in dubbio e la fotocamera non vi interessa particolarmente consiglio assolutamente l’iPhone 12 magari con il taglio da 128gb di memoria.

Riassumendo

Per visualizzare la tabella apri l’articolo da un tablet o da un pc

12 Mini1212 Pro12 Pro Max
Colori4433
Capacità64-256gb64-256gb128-512gb128-512gb
Dimensioni131.5×64.2×3.4mm146.7×71.5×7.4mm146.7×71.5×7.4mm160.8×78.1×7.4mm
Peso133g162g187g226g
Materiale ScoccaAlluminio Aerosp.Alluminio Aerosp.Acciaio Inossidab.Acciaio Inossidab.
Tipo SchermoOLED XDROLED XDROLED XDROLED XDR
Protezione SchermoCeramic ShieldCeramic ShieldCeramic ShieldCeramic Shield
Dimensioni Schermo5.4″6.1″6.1″6.7″
Risoluzione2340x1080pixel2532×1170 pixel2532×1170 pixel2778×1284 pixel
Densità dello Schermo476 ppi460 ppi460 ppi458ppi
Contrasto2.000.000:12.000.000:12.000.000:12.000.000:1
Luminosità Max. Tipica625 nit625 nit800 nit800 nit
Luminosità Max. HDR1200 nit1200 nit1200 nit1200 nit
Rating di ResistenzaIP68IP68IP68IP68
ChipA14 BionicA14 BionicA14 BionicA14 Bionic
Ram4gb4gb6gb6gb
Capacità batteria2227mAh2815mAh2815mAh3687mAh
#n Fotocamere2233
MP delle Fotocamere12px12px12px12px
Modalità Notte
Supporto ProRAWNoNo
LiDARNoNo
Riprese 4K Dolby VisionNoNo
Touch ID / FaceIDFaceIDFaceIDFaceIDFaceID
Supporto Rete 5GSiSiSiSi
DualSimSiSiSiSi
Supporto MagSafeSiSiSiSi
Periodo di Presentazione2020/42020/42020/42020/4
Prezzo d’acquisto839-1009€939-1109€1189-1539€1639€
Apple Care+169€169€229€229€
Sistema Op. InizialeiOS 14iOS 14iOS 14iOS 14
Fine Aggiornamenti Principali2025/42025/42025/42025/4
AudienceUtenti AmatorialiUtenti AmatorialiProfessionistiProfessionisti
Scheda Tecnica CompetaLinkLinkLinkLink

Vale la pena valutare un iPhone 11, un XR o un SE 2020 oggi

Al giorno d’oggi, ad Aprile 2021, iPhone 11 ed SE 2020 sono degli ottimi e validi acquisti. iPhone XR rischia di essere un iPhone troppo datato per essere preso in considerazione.

iPhone 11

iPhone 11 è molto simile a 12 e 12 Mini, nell’autonomia tiene testa ai nuovi top di gamma, perde il supporto a MagSafe (anche se può sfruttare comunque la ricarica wireless che diffondono senza sfruttare la presa magnetica) e alle bande della rete 5G limitandosi alla ricarica wireless non magnetica e alla rete 4G LTE. Cambia anche lo schermo, si tratta del Liquid Retina LCD (e non Super Retina XDR OLED) introdotto proprio con l’iPhone XR. Il processore è il chip A13 quadcore dotato di 4gb di ram.

Questo melafonino valido per chi non ha un budget tale da permettergli di salire di fascia verso il 12 mini è disponibile in sei colorazioni (bianco, nero, verde acqua, giallo, viola e (Product)RED) nei tagli di memoria da 64gb (719€), 128gb (769€) e 256gb (889€).

L’assicurazione AC+ costa 169€. Nella politica ambientale di Apple anche da iPhone 11 sono state rimosse lo spinotto per ricaricare l’iPhone a muro e le cuffie Lightning accessorie.

Online e nei negozi retail iPhone 11 è spesso in sconto e può arrivare a toccare i 650€ da nuovo. Ricorda che iPhone 11 è in vendita dal 2019 e secondo i cinque anni di ciclo di vita del software di Apple (salvo cambio piano) dovrebbe ricevere aggiornamenti principali fino al 2024.

Acquisto raccomandato in caso di forti sconti in negozio o su Amazon: la differenza di presso con 12 Mini è di circa 100€. Vale la pena considerare di spendere quei soldi per passare al modello più recente.

iPhone SE 2th Gen.

iPhone SE (di seconda generazione, per gli amici SE 2020) è il modello di iPhone recente più economico promosso da Apple. Può essere un valido acquisto per chi non può permettersi i modelli più costosi e per chi, amante del vecchio form Factor non vuole né abbandonare il Touch-ID né passare ai modelli con lo schermo con il notch.

Per il resto iPhone SE 2020 monta lo stesso processore di iPhone 11, quindi un quadcore a 64bit. La ram si ferma a 3gb. Uno sopra iPhone 8 e uno in meno rispetto ad iPhone 11. Il rating di impermeabilità inoltre scende da IP68 a IP67: significa che resiste per 30 minuti ad una profondità massima di 30 minuti.

La fotocamera è singola, un grandangolo da 12MP con apertura del diaframma f/1.8. Grazie al processore di iPhone 11 ottiene, rispetto all’8 a cui assomiglia, la modalità ritratto ed una maggiore fluidità.

iPhone SE 2020 viene venduto da Apple in tre colorazioni (Bianco, Nero e (product)RED) in tre tagli di memoria, ovvero a 64gb (499€), 128gb (550€) e 256gb (671€). AC+ costa 99€.

Acquisto raccomandato per chi non cerca le novità presenti introdotte negli ultimi anni con particolare attenzione al FaceID e al design del display con il Notch. Le dimensioni compatte e lo schermo da 4.7″ possono essere sia un pro che un contro. Ottimo il processore di iPhone 11 che dovrebbe garantire aggiornamenti software principali di iOS fino al 2024.

Riassumendo

Potrebbero potenzialmente essere tantissimi i dubbi nella fase iniziale. È ovvio ed è assolutamente normale se non sono ancora chiare le differenze tra i modelli e l’obiettivo che hai (non sempre deve essere “voglio l’ultimo iPhone”).

Il mio consiglio è in primis di cercare le differenze tra i modelli vecchi e nuovi, sfruttando anche la pagina dedicata di Apple a riguardo. Poi si può passare alle recensioni dei blogger, di chi ha acquisto questo o l’altro modello e così via.

Per visualizzare la tabella apri l’articolo da un tablet o da un pc

12 Mini1211SE 2020
Colori4463
Capacità64-256gb64-256gb64-256gb64-256gb
Dimensioni131.5×64.2×3.4mm146.7×71.5×7.4mm150.9×75.7×8.3mm138.4×67.3×7.3mm
Peso133g162g194g148g
Materiale ScoccaAlluminio Aerosp.Alluminio Aerosp.Alluminio Alluminio
Tipo SchermoOLED XDROLED XDRLCD Liquid RetinaLCD Retina HD
Protezione SchermoCeramic ShieldCeramic ShieldStandardStandard
Dimensioni Schermo5.4″6.1″6.1″4.7″
Risoluzione2340x1080pixel2532×1170 pixel1792×828 pixel1334×750 pixel
Densità dello Schermo476 ppi460 ppi326 ppi326 ppi
Contrasto2.000.000:12.000.000:11400:11400:1
Luminosità Max. Tipica625 nit625 nit625 nit 625 nit
Luminosità Max. HDR1200 nit1200 nitN/AN/A
Rating di ResistenzaIP68IP68IP68IP67
ChipA14 BionicA14 BionicA13 BionicA13 Bionic
Ram4gb4gb3gb2gb
Capacità Battteria2815mAh2815mAh3110mAh1821mAh
#n Fotocamere2221
MP delle Fotocamere12px12px12px7px
Modalità Notte
Supporto ProRAWNoNoNoNo
LiDARNoNoNoNo
Riprese 4K Dolby VisionNoNoNoNo
Touch ID / FaceIDFaceIDFaceIDFaceIDTouchID
Supporto Rete 5GSiSiNoNo
DualSimSiSiSiSi
Supporto MagSafeSiSiSolo RicaricaNo
Periodo di Presentazione2020/42020/42019/42019/4
Prezzo d’acquisto839-1009€939-1109€719-889€499-671€
Apple Care+169€169€169€99€
Sistema Op. InizialeiOS 14iOS 14iOS 13iOS 13
Fine Aggiornamenti Principali2025/42025/42024/42024/4
AudienceUtenti AmatorialiUtenti AmatorialiRisparmio BudgetVecchio Design
Scheda Tecnica CompetaLinkLinkLinkLink

Valutate questo prima dell’acquisto

A giugno, con il WWDC, Apple dovrebbe presentare al mondo iOS 15 che salvo sorprese taglierà la compatibilità con iPhone 6s (e forse anche iPhone 7), dipende molto da che politica vogliono tenere a Cupertino. Ciò significa che tutta la lineup attuale in vendita è salva. Per l’usato quindi è meglio evitare l’acquisto di iPhone 6s e 7, piuttosto è meglio puntare su SE 2020 ed 8 se il problema è il budget.

Va tenuta in considerazione la presentazione degli iPhone 12s/13 ad autunno: i prezzi di tutti gli iPhone dovrebbero scendere di 100-150€. Tenendo conto delle decisioni del 2020 la Lineup 2021, potrebbe essere così: iPhone 13/13 Mini, iPhone 13 Pro/Pro Max, iPhone 12, iPhone 11 e forse iPhone SE 2021 (che sembra possa essere presentato a maggio) ma potrebbe anche rimanere la versione 2020 magari affiancata da un SE 2020/2021 Plus.

Dove conviene comprare il proprio iPhone?

Quando degli amici me lo chiedono io cerco sempre di far valutare il discorso garanzia: in Italia il primo anno viene fornito dal produttore del dispositivo mentre il secondo viene garantito dal venditore. Ciò significa che a priori, qualunque iPhone messo in vendita da nuovo, avrà il primo anno garantito da Apple.

Il secondo anno c’è sempre ma la qualità dipende dalle politiche del venditore: Apple e Amazon sono i migliori in merito. Amazon permette anche l’acquisto dal sito stesso di AppleCare+. Nel negozio ufficiale Apple troviamo in vendita solo iPhone venduti da Amazon come partner esclusivo Apple in merito.

Per l‘acquisto a rate ci sono due strade da seguire: l’acquisto con l’operatore telefonico considerando l’abbinata ad un’offerta del gestore e l’acquisto a rate puro e semplice magari a tasso zero o con la possibilità di cambiare o restituire il telefono dopo un anno.

Su Amazon l’acquisto a rate non è a tasso zero, MediaWorld, Unieuro e similari invece spesso fanno promozioni a tasso zero dove è possibile anche ottenere qualche sconto.

Il Pro di Amazon invece è la vendita ufficiale, una buona assistenza e politica sulla garanzia e la possibilità di trovare fortissimi sconti sul prodotto da comprare oltre alla possibilità di usare il credito Amazon accumulato magari tramite Partner come Banche e Fornitori di Energia Elettrica o Gas che spesso usano questo incentivo per favorire le nuove iscrizioni.

Il Pro dei gestori telefonici è che spesso scontano il prodotto per renderlo più appetibile aggiungendo delle offerte che ora includono un bundle abbastanza generoso per una navigazione in 4g (potrebbero essere strette in futuro con il 5G e l’alte velocità che possono essere sfruttate).

Segnala

Scritto da Massimiliano Formentin

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, il mio scopo con PcGenius è condividere questa mia curiosità con il mondo intero. Nella vita faccio anche altro: suono il pianoforte e mi occupo di web.