in

Il Miglior smartphone Android

Il 2018 è ormai giunto al termine. I produttori di smartphone si sono sfidati a colpi di notch, fotocamere, e display infiniti. Ma ad un certo punto, il consumatore, deve fare una scelta: “Quale sarà il mio dispositivo per i prossimi tempi?”. Il mio l’ho trovato, e secondo me è la miglior alternativa sul mercato! Premessa: non si tratta di una recensione completa e dettagliata, ma una chiacchierata su come mi sono trovato io personalmente 🙂

Perchè Galaxy S9+ è il miglior smartphone Android?

Come avrete facilmente intuito dal titolo, ho scelto Galaxy S9+. Ma prima che vi sorgano tutti i dubbi del caso, rispondiamo alla domanda. Vengo da un Galaxy S5: un signor telefono per la sua epoca, che ha prestato servizio egregiamente fino a poco tempo fa, quando decisi di affidarlo a mamma, perché, anche se iniziava ad avere molti acciacchi dovuti all’età, non lo volevo abbandonare. Con lui mi sono appassionato al mondo della tecnologia: ho iniziato a vivere questa passione! Ma non perchè era l’S5: questa cosa sarebbe potuta succedere benissimo con qualsiasi altro device, voi direte. Infatti, ad un certo punto, ho iniziato a guardare con un occhio critico tutti gli altri telefoni diversi dal mio, e mi chiedevo quali fossero tutte le differenze, e i punti in comune. Ho iniziato pian piano a costruire così una mia panoramica personale. Dell’S5 mi hanno stupito l’interfaccia, Android, la possibilità di personalizzare qualsiasi cosa, la fotocamera. Ma c’erano anche dei risvolti negativi: la fluidità non era il massimo, così come anche la ricezione (che però in parte era causa del mio precedente operatore telefonico). Però quando mi serviva, era sempre li pronto: lo sbloccavo e non avevo mai problemi nel fare quello che mi saltava per la testa. La stessa cosa non succedeva con tutti i telefoni. Ricordo molti amici possessori di LG o HTC, tanto per citarne due a caso, che avevano problemi ed imprecavano ogni volta!

Poi c’erano gli utenti iPhone. Questi sono sempre stati suddivisi in due grandi categorie: chi lo prendeva per moda, e chi lo prendeva perchè sapeva che prodotto aveva tra le mani. Nella mia esperienza personale, purtroppo, la maggioranza sono sempre stati i primi, motivo per il quale, forse, non mi sono mai convinto nel volere possedere un iPhone. Lo trovo semplicemente inadatto al tipo di utilizzo che voglio far io di uno smartphone.

Sull’onda di tutti questi ragionamenti, in una torrida giornata di giugno ho preso la mia decisione: Galaxy S9+. Samsung non mi ha tradito e ho ritrovato tutti i pregi del mio precedente telefono. Un interfaccia bellissima, dal punto di vista grafico, e personalizzabile con un sacco di funzioni. Ma sopratutto ho trovato un telefono che, qualsiasi sia la mia necessità, una volta sbloccato, mi permette di fare tutto in poco tempo! Dalle fotografie, alle ricerche, passando per la connessione di altri dispositivi e l’integrazione con l’ecosistema Google.

P20 Pro vs Galaxy S9 plus ?

All’inizio ero indeciso su cosa prendere? Certo che si! Vedevo nel P20 Pro una valida alternativa. Tutti dicevano fosse migliore di S9+. Ma non per me. Non per quello che sarebbe stato il mio utilizzo. P20 Pro non fa dei buoni video: ma io amo fare video! Non esiste che io faccia una gita senza mettermi a fare delle belle riprese! Amo anche utilizzare lo ZOOM, che su P20 Pro aveva qualche problemino! 

Per il resto, i due smartphone erano li: per cui S9+ l’ha spuntata. Complice anche il fatto di poter continuare ad utilizzare la bellissima interfaccia Samsung, con il suo meraviglioso display Super Amoled, che… Mamma mia! Tanta roba!

Come mi sto trovando?

Fin dal primo giorno sono stato davvero entusiasta dell’acquisto, nonostante abbia comportato la vendita di un rene, ma questi sono dettagli. Andiamo quindi nello specifico ad analizzare punto per punto!

Fotocamera di Galaxy S9+

Ormai è la prima cosa che si mette sotto esame, in quanto è il comparto più chiacchierato, con l’avvento massiccio dei social, ma sopratutto per colpa di Instagram. Devo dire che i “soli 12 megapixel” si fanno notare. Si vede in modo evidente che i sensori delle fotocamere sono arrivati ad un limite, e che sia il software a fare grandi magie. Grazie a quest’ultimo, infatti, qualsiasi scatto sarà quasi perfetto. Raramente vi ritroverete a dire “Amici, dobbiamo rifare la foto”. Ed è questa la cosa fondamentale per uno smartphone: il punta e scatta. Fare la foto in rapidità, senza tante preoccupazioni. Altrimenti mi spendo i miei altri 500€, e mi compro una buona macchinetta fotografica! Il discorso del “punta e scatta”, fidatevi, non è il punto forte di qualsiasi device. Luci, contrasti e colori vengono ben gestiti. Alle volte le foto possono risultare meno naturali, in quanto i colori vengono resi molto intensi e luminosi: questa cosa può piacere o meno. A me piace molto. Il comparto video, come ho già accennato, è fantastico: potete capirlo da soli osservando questi 2 video realizzati in condizioni difficilissime.

PS: Nel primo potete anche aprezzare la certificazione dell’impermeabilità dello smartphone 🙂

https://www.youtube.com/watch?v=Ag2dBW90m2s

https://www.youtube.com/watch?v=jqfOi8bLBfM

Interfaccia ed utilizzo quotidiano

La Samsung Experience, per quanto sia pesante, con l’hardware di ultima generazione è molto più fluida rispetto al passato. Certo, OnePlus in confronto è tutta un altra cosa: ma è anche vero che OnePlus non usa nessuna animazione nell’apertura, e nel passaggio tra un applicazione e l’altra. A livello di produttività vi offre un sacco di chicche interessanti che solo la Samsung Experience vi può dare. A ognuno la sua interfaccia preferita!

Quanto dura la batteria di S9+?

L’autonomia è un punto debole di S9+, come lo è per la grande maggioranza degli smartphone attuali. Sembra che più di così dal litio non si possa pretendere: ci sono molti studi in corso per sostituire questa tecnologia, che non può dare ulteriori garanzie. Ecco che con un utilizzo normale, cioè usando social e applicazioni di messaggistica, sempre il 4/3G, arriverete alle 20 in media. Se invece amate anche giocare ogni tanto, verso le 18:30 dovrete dargli un ulteriore carica per arrivare fino a notte. In media farete sulle 4 ore/ 4 ore e mezza di display attivo. A 5 ore ci potete arrivare in qualche caso sotto rete WiFi. Insomma: bene, ma non benissimo.

Conclusioni

Io ve lo consiglio! Non ne rimarrete delusi, ve lo assicuro! Ma arrivati a questo punto dell’anno ricordatevi che a febbraio esce S10… Quindi valutate bene! Android ha il vantaggio di offrire molte alternative, per ogni uso ed esigenza. Il mio consiglio è quindi sempre quello di guardarvi attorno, e stare molto attenti a cosa comprate. Non andate alla cieca su un marchio piuttosto che su un altro, perchè, detto senza peli sulla lingua, uno Xiaomi da poche centinaia di euro, non vi regalerà mai la qualità che possono offrire brand più blasonati come Samsung, Huawei, ecc. 

Non mi resta che augurarvi buone feste! Vi aspettiamo nei commenti anche per scambiarci gli auguri! Ora ci prenderemo una piccola pausa, per tornare nel 2019 carichi come molle! A presto 🙂

Segnala

Scritto da Michele Falcomer

"Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere". Con questa citazione di Enzo Ferrari, vivo la passione per la tecnologia, i videogiochi e il mondo dello sport, sapendo che si vive una volta sola!

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...