in

Iliad: pareri ed opinioni dell’operatore lowcost

Dopo circa tre mesi la mia permanenza in Iliad è finita. Sono passato ad altro operatore e, a posteriori, posso raccontarvi come mi sono trovato con l’operatore francese che ha rivoluzionato il fonia mobile in Italia.

Offerte

Al momento in cui decisi di fare l’offerta e al momento della stesura di questo articolo dato che le cose sembrano non essere cambiate, decisi di attivare Iliad Giga 50:

Iliad Giga50

Iliad offre l'opzione tutto incluso a 7.99€ al mese: sono presenti 50gb di internet in rete 4G senza limitazione, minuti e messaggi illimitati senza costi nascosti derivanti dalle opzioni secondarie o dall'uso della segreteria.
Iliad Giga50 (50gb, minuti ed sms illimitati)

Cosa mi ha spinto a provare Iliad?

Non è mai stato un periodo felice per gli operatori mobili: molte volte veniva fatto cartello per fissare dei prezzi di listino universali e tra una rimodulazione e l’altra ho dovuto sopportare anche il rinnovo a 28 giorni. Poi posso scendere più nel dettaglio: la Vodafone faceva pagare l’HotSpot, la Tre fa pagare l’opzione LTE, la Tim ancora non include le offerte basilari come il “Chi É” e la Wind ha una rete veramente molto lenta.

- Annuncio Sponsorizzato -

Ho visto in Iliad, che ha tuonato alla rivoluzione, una possibile soluzione almeno momentanea ai problemi che avevo con i miei gestori precedenti e così, dopo aver fatto passare il primo periodo di rodaggio, decisi di andare ad attivare anche io la mia sim Iliad.


Leggi la scheda dell’operatore Iliad completa che abbiamo preparato per te proprio su PcGenius.org e confrontala con quella degli altri operatori.


L’attivazione

All’inizio volevo comprare una sim per provarla e mal che vada sfruttare il diritto di recesso. All’epoca non ne ero consapevole ma le sim attivate al Totem sono considerate acquistate il loco e quindi non è previsto il diritto di recesso.

Poco male, trasferito il numero poi non ci sono mai stati problemi. L’attivazione è stata veramente molto semplice: vengono richiesti i dati anagrafici, la scansione fronte retro da fare in loco di un documento d’identità e un video selfie di riconoscimento. Confermati i dati ed eseguito il pagamento, il Totem “sputerà” fuori dalla apposita bocchetta una nuova sim compresa di cartoncini con il pin e tutte le informazioni necessarie.

Dopo qualche decina di minuti se non prima la sim sarà attiva e pronta all’uso.

L’area personale

Iliad non ha una sua applicazione da scaricare per iPhone e per Android, ci sono però delle versioni non ufficiali che si interfacciano con il sito originale.

Il sito però non è fatto male, è semplice e chiaro. L’unica pecca è il nome utente: ci verrà assegnato un numero e non potremo fare nulla per cambiarlo. L’unica quindi è salvarci le credenziali su un software apposito oppure sfruttando l’opzione salva password del browser.

Funzionalità Particolari

Iliad è uno dei pochissimi operatori se non l’unico ad aver attivato su iPhone in forma nativa e con applicazione su Android la segreteria visiva. Praticamente ci ritroveremo davanti una schermata in stile whatsapp con delle “chat” contenenti i messaggi vocali di chi ci ha chiamato e non trovato.

É anche possibile impostare un messaggio personalizzato come saluto quando qualcuno raggiunge la nostra segreteria. Forse è un po’ “tamarra” come opzione ma l’ho apprezzata veramente tanto.

Nel sito poi si possono scegliere molti altri blocchi: dei numeri a sovrapprezzo, degli sms premium e sopratutto dei numeri anonimi. Così chi non può o non sa farlo dal telefono risolve più facilmente la cosa. Veramente niente male come arsenale “tecnologico”.

Purtroppo non è prevista la funzionalità Vo-LTE e quindi le chiamate effettuate in copertura 4g non sfrutteranno tutta la potenzialità e ne risentiremo sulla chiarezza in trasmissione e sul fatto che il telefono switcherà in automatico in 3g.

Critiche

Nessuna critica relativa alla copertura come invece molti di voi lettori avrebbero pensato. Mi lamento un po’ della velocità, ma nelle zone che frequento non esistono ancora le celle proprietarie di Iliad e quindi al momento ero in appoggio a WindTre e venivo trattato come se fossi stato un cliente di un operatore virtuale.

La velocità a casa andava bene, con picchi in 4g anche di 60-80mbps mentre in università arrivavo quasi a 10mbps. Il 3g alle volte era inutile ed era solo un modo diverso di chiamare il 2G: 1-3mbps in download e 0.1-0.3 mbps in upload.

Dipende dalle zone e purtroppo in questo non mi sono trovato al massimo.

Attenzione a non confondere velocità da copertura: non mi sono mai trovato senza servizi cellulare. Il campo c’è sempre stato, mancavano delle celle su cui poter contare per navigare al meglio in 4G.

Conclusioni

Sono convinto che nel tempo e, grazie al bando riservato sul 5G insieme alla rete autonoma, Iliad sarà in grado di sollevarsi sempre di più e dare spallate più che dolorose agli altri operatori.

- Annuncio Sponsorizzato -

Segnala

Scritto da Massimiliano Formentin

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, il mio scopo con PcGenius è condividere questa mia curiosità con il mondo intero. Nella vita faccio anche altro: suono il pianoforte e mi occupo di web.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...