in

Coupon <br> Inside

Hype: la carta che ti da 10 euro ed opera senza commissioni

Oggi parlo del trend commerciale del momento, Hype. Forse, anzi quasi sicuramente, avrai letto molti articoli a riguardo.
Questo però non sarà un resoconto noiosissimo delle funzioni che avremo a disposizione una volta aperto il conto piuttosto sarà la mia recensione – esperienza con Banca Sella dove ti parlerò sia dei pro che dei contro.

Indice


Prova Hype ed ottieni 10€ di credito dopo la prima ricarica

Crea un conto Hype Start o Hype Plus ed ottieni 10€ alla prima ricarica, registrati tramite il link:


Perché abbandonare i sistemi tradizionali…

Nel mio caso il motivo è subito svelato. Pagavo troppe commissioni tra ricarica e prelievi. Certo perché ad ogni ciclo di 100 euro me ne rimanevano effettivi 96. Per non parlare di Paypal che collegato al conto prende 1 euro e 50 a pagamento in più dato che è un addebito diretto al conto corrente.

Non sarà la soluzione definitiva però quando ho scoperto Hype ho detto “perché no”. Mi sono letto i fogli illustrativi presenti sul sito che effettivamente rispecchiavano quanto detto commercialmente, le commissioni non ci sono.

In più in quei giorni era attiva la stessa promo che c’è adesso (al momento in cui scrivo è possibile usufruirne fino al 31 Dicembre): iscriviti ad Hype, ricarica anche di 1 cent e dopo qualche giorno ti saranno accreditati in carta 10 euro da spendere come vuoi.


Hai già letto l’articolo per evitare truffe online? No? Leggilo ora cliccando qui!


Letto… fatto!
Dopo qualche click sono diventato un Hyper e da quei giorni inizia il mio racconto.

[Pro] Cosa mi è piaciuto di hype…

Le commissioni dato che non c’erano. Se non mi credi leggiti i foglietti illustrativi di Hype Start, come potrai tu stesso constatare è tutto portato a zero. La fregatura? Un tetto massimo di 1000 euro al giorno di ricarica ed i 2500 euro di giacenza che si possono avere al massimo all’anno. Per le mie esigenze va benissimo così ma se per qualcuno risulta troppo restrittivo basta passare ad Hype Plus al costo di 1 euro al mese (12 euro l’anno) per portare il tetto per la giacenza a 50.000 euro annui ed avere anche altri benefici non presenti in Hype Start (ne parleremo dopo).

L’app è una meraviglia e secondo me è a prova di idiota (tipo me in queste cose); ci sono 5 schermate principali:

  • Lista movimenti / Disponibilità / Offerte
  • Obbiettivi
  • Pagamenti
  • Carta Hype
  • Menù

L’app si aprirà sempre nella prima schermata, la lista movimenti: qui troveremo la nostra disponibilità e la lista delle spese fatte. L’elenco è intelligente dato che tramite una icona saremo in grado di categorizzare la spesa fatta e di personalizzarne la dicitura prendendo note personali e taggandola con gli hashtag. L’icona del salvadanaio in alto a sinistra ci permette di vedere le opzioni di ricarica della carta hype (bonifico tramite iban oppure ricarica tramite carta di credito). Sulla destra vedremo l’icona di una etichetta cliccandoci entreremo in un mondo bellissimo ed affascinante, quello delle offerte cashback: spendendo attraverso l’app e le offerte in essere ci verrà tornata una tantum o una percentuale sulla spesa fatta. Davvero molto figo. Io per esempio sto ricevendo 3-5 centesimi per regionale preso con Trainline arrivando al momento a 55 cent. Chi prenota l’hotel con booking si becca il 3% di cashback. Niente male oserei dire. Nota di rilievo: l’accredito su carta viene eseguito al raggiungimento dei 10 euro.

La schermata degli obbiettivi è la seconda scheda presente nella barra in fondo alla app. Il “sistema” nasconderà (non preleva nulla) i soldi che vogliamo risparmiare ogni giorno fino a farci ottenere la somma che desideriamo conservare un evento, un acquisto importante o qualunque cosa vogliamo. Alla creazione dell’obbiettivo basta impostare l’importo da risparmiare, il nome del cosa vogliamo acquistare, la data in cui vogliamo raggiungere quel dato importo e se vogliamo anche dire all’app quanti soldi abbiamo già messo da parte. Al resto ci pensa Hype!

Pagamenti: qui potremo inviare denaro ai nostri amici Hyper, richiederlo, pagare i bollettini, inviare bonifici (per i starter solo zona euro, in euro), ricaricare il cellulare e pagare nei negozi abilitati.

Carta Hype: qui possiamo visualizzare la nostra carta hype in forma virtuale, ci sono i 16 numeri riportati sul fronte della carta, la data di scadenza, il circuito, il nome ed il cognome del titolare, il circuito e se vogliamo anche il pin (basta cliccare sull’icona in alto a destra). La figata pazzesca è che possiamo, nella stessa schermata – ad un tap dalla apertura dell’app – mettere la carta in pausa e renderla inutilizzabile o attivarla ed è possibile farlo anche in maniera selettiva. I filtri disponibili sono: Acquisti Online, Acquisti in Negozio e Prelievi ATM. Con il filtro disabilitato la relativa funzione non sarà disponibile, senza nessuna eccezione.
A fondo schermata è presente anche la quantità di soldi usati sulla carta nell’anno: come dicevo prima gli hyper correntisti start hanno un limite di 2500 euro, i plus hanno il limite alzato a 50.000 .

Infine abbiamo il menù: qui abbiamo la possibilità di invitare i nostri amici per farli diventare hyper, vedere il nostro profilo (dati anagrafici, foto profilo, limiti disponibili, email e telefono con la possibilità di esportare il tutto per il GDPR), vedere la sezione ricarica vista prima, le coordinate bancarie (dato che ci verrà assegnato un iban), le statistiche d’uso, le preferenze relative alle nostre carte ed alle notifiche in-app, la documentazione ed il supporto.

Scegli Hype, una carta prepagata con iban italiano senza costi di commissione ed abilitata ad Apple, Samsung e Google Pay. Iscriviti oggi: https://pcgns.xyz/justhype Click to Tweet

Hype, come nel bannerino qui sopra dice, è una delle carte abilitate ad Apple Pay, Samsung Pay, Google Pay e compatibile con la tecnologia NFC. Pagare non è mai stato così semplice, rapido e sicuro. Te lo posso garantire!

[Contro] Cosa non mi è piaciuto…

E qui sta l’esclusiva, qua parliamo di quello che gli altri non ti dicono.

Ricaricare senza carta di credito o iban può risultare seccante

Già, perché Banca Sella (l’istituto emittente di Hype) non è presente ovunque. Le soluzioni ci sono ma non sempre sono comode e rapide. Puoi ricaricare Hype anche dagli sportelli delle banche aderenti al circuito quimultibanca ma non dagli sportelli di banche differenti a quelle sopraindicate e puoi ricaricare Hype dagli esercenti partner di Banca5 mostrando il tuo iban e quindi facendo un bonifico, con un questo elevatissimo: 3 euro e 50 centesimi.

La ricarica commissioni è disponibile: tramite bonifico inbank di un conto corrente dalla quale vuoi ricaricare (se la banca del conto terzo non prevede commissioni ovviamente), tramite carta di credito (sono escluse le prepagate e le carte di debito Maestro / V-Pay) e come detto, lo ripeto che non fa male, attraverso gli sportelli del circuito quimultibanca.

Inoltre nel conto start, quello da me sottoscritto perché gratuito, non è possibile fare bonifici fuori dallo spazio economico europeo: questo mi ha causato qualche problema con l’associazione di Paypal al conto collegato ad Hype.

L’assistenza è relativamente veloce però mi sono ritrovato ad interfacciarmi con il team usando facebook messenger proprio perché, come detto sopra, vicino a me Banca Sella non è presente neanche con delle filiali.

[Alternative] Altre banche (fighe) oltre ad Hype

No Hype non è l’unica carta ad offrire queste condizioni, però è l’unica carta – mi scuso per il gioco di parole – ad aver fatto così tanto hype. Le commissioni sono comunque pressoché inesistenti e il piano a pagamento – di un solo euro mensile – è, e rimane, un optional.

Le alternative che mi permetto di consigliarti sono:

  • N26: simile ad hype ma con iban tedesco
  • Boon by Wirecard: solo carta virtuale – iban non italiano – compatibile con google pay

Riassuntone…

Conviene Hype? Per i giovani ed i presunti tali… si, assolutamente. E’ un si spassionato.
Ci sono fregature? Nella tua zona la presenta di Banca Sella o di una sua filiale potrebbe migliorare il tuo rapporto con la banca e le relative modalità di ricarica della pregata. Controlla la presenza degli sportelli quimultibanca, così in caso la ricarica senza carta di credito risulterà gratuita in ogni caso.

Le cose belle di Hype: la schermata obbiettivi, il riepilogo intelligenze, gli smart payments abilitati, i pagamenti (da fare con la fila – tipo il mav o i bollettini) sono possibili direttamente in-app.

Le cose brutte di Hype: tetto di giacenza annuale (periodo molto lungo) troppo basso per alcuni, assistenza via chat potenzialmente scomoda anche se è comunque presente l’assistenza con i canali standard di banca sella.

Hai deciso di diventare Hyper?

Buon per te. La procedura non è difficile, si fa tutto in app.

Scarica l’app o iscriviti dal sito, tieniti a disposizione un documento di identità in corso di validità ed il gioco è fatto.

Prova Hype ed ottieni 10€ di credito dopo la prima ricarica

Crea un conto Hype Start o Hype Plus ed ottieni 10€ alla prima ricarica, registrati tramite il link:

Vuoi avere i 10 euro? Iscriviti tramite questo link qui.

I 10 euro ti vengono dati solo se ti iscrivi con il link di invito presente all’interno dell’articolo


Com’è stata la tua esperienza in Hype? Hai scelto un altro istituto di credito di nuova generazione? Faccelo sapere nei commenti a fondo articolo o nei nostri canali social – seguici e commenta!

Segnala

Scritto da Massimiliano Formentin

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, il mio scopo con PcGenius è condividere questa mia curiosità con il mondo intero. Nella vita faccio anche altro: suono il pianoforte e mi occupo di web.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...