in ,

Come installare Windows 10

Windows 10 è il sistema operativo definitivo di casa Microsoft. In futuro, salvo sorprese, non assisteremo più al rilascio di nuove versioni di Windows. L’azienda americana sostiene di aver raggiunto un livello di maturità del suo OS più che ottima, e si concentrerà quotidianamente per aggiornarlo, e perfezionarlo, in modo continuo. Così ci siamo detti: è ora di fare chiarezza su come si può installare Windows 10

Windows 10: il Sistema Operativo definitivo

Pur con i suoi mille difetti, Windows 10 sarà destinato a diventare il sistema operativo più utilizzato al mondo. Non me ne vogliate voi che usate ancora il sacro Windows 7, ma Windows 10 è il futuro. Presto terminerà il supporto di Microsoft sia a Windows 7 che a Windows 8. Questo significa che non riceverete più quei fastidiosi aggiornamenti da Windows Update. “MEGLIO“, direte voi! “Peggio per voi“, dico io! 😎 Perché quegli aggiornamenti, tanto rompi scatole 😡 , permettono al vostro computer di funzionare meglio, e in totale sicurezza. Potete odiarli quanto volete: ma se poi prendete il virus di turno, e perdete tutti i vostri dati, non andate a dare la colpa a qualcuno! Uomo avvisato, mezzo salvato!

La cosa più saggia da fare è: installare Windows 10, e lasciar perdere le precedenti versioni!

- Annuncio Sponsorizzato -

Aggiornare Windows 7/8 a Windows 10

Se ancora non l’avete fatto, è il momento giusto per fare una bella pulizia del vostro computer, e fare il passaggio a Windows 10. Munitevi di un Hard Disk esterno, oppure di una chiavetta USB, come quelle qui sotto, e salvate tutti i vostri dati importanti: foto, documenti, musica, video, ecc.

LINK

Ora potete fare 2 scelte:

  • Aggiornare il vostro PC, senza formattarlo
  • Aggiornare il vostro PC formattandolo, e cancellando tutti i dati

Aggiornare il PC a Windows 10 senza formattare

blank

Operazione sconsigliata (nel prossimo punto analizziamo il perchè).

Vi basterà recarvi al seguente link e vi ritroverete nel sito ufficiale di Microsoft, dove potete scaricare uno strumento che vi aiuterà ad installare, passo dopo passo, l’aggiornamento a Windows 10 senza perdere i vostri dati. Vi basterà infatti aprire l’assistente, e cliccare su “Aggiorna ora”. Ma, come ho scritto qualche riga fa, è cosa buona e giusta avere sempre un backup di sicurezza. Nel caso in cui qualcosa non debba andare a buon fine, dormirete comunque sonni tranquilli. 😉

Aggiornare il PC a Windows 10 formattando

blank

Perché è meglio formattare? Perchè, se non si esegue questa operazione, quando si cambia sistema operativo, all’interno della memoria rimarranno sempre dei file residui del vecchio OS. Ciò accade perché non sempre, con un aggiornamento del software, è possibile cancellare tutti vecchi i file inutili presenti sulla memoria. Questi file residui, occuperanno spazio prezioso sulla vostra memoria, e potrebbero creare problemi al nuovo sistema operativo installato!

Fatta questa doverosa premessa, per fare un installazione pulita di Windows 10, dovrete recarvi sempre a questo link per scaricare l’assistente di aggiornamento. Questa volta, però, dovrete cliccare sulla voce per ” Crea un supporto d’installazione per un altro PC”, e poi su “Unità Flash USB”. Dovrete munirvi di una chiavetta USB da almeno 8 GB, per far si che all’interno possano essere scaricati i file di installazione di Windows 10.

Potete usare anche un DVD vuoto in alternativa, ma siccome Windows 10 pesa parecchio, ve ne servirà uno dual-layer. Insomma, procuratevi una chiavetta.

Mi raccomando… Siete a buon punto, ma avete salvato tutti i vostri file !??!!? 😛

Ora che abbiamo creato il supporto con il nuovo sistema operativo, dovete fare in modo che, all’accensione, il PC non carichi il vecchio sistema operativo, ma quello nuovo dalla chiavetta. Per fare questo dobbiamo entrare nel BIOS del nostro computer. In base al modello di PC che possedete, i tasti da premere immediatamente dopo all’accensione (o boot), cambiano. Vi suggerisco di cercare questo dettaglio su Google (ad esempio, per i PC ASUS, il tasto è F2 solitamente). Capito come accedere al BIOS, dovremo convincere sistema a leggere i dati dalla chiavetta, e non dall’Hard Disk principale. Per fare questa operazione dobbiamo cambiare l’ordine di boot del computer, mettendo al primo posto la chiavetta USB.

Fatto anche questo, verranno caricati i file dalla chiavetta, e vi si aprirà un interfaccia grafica guidata, che vi farà impostare il vostro nuovo Windows 10. 8)

blank

Installare Windows 10 in un HDD/SSD esterno

Possiamo installare Windows 10 anche in un supporto esterno alla memoria principale del computer. Il punto di partenza è sempre l’assistente che potete scaricare dal sito di Microsoft, perché la procedura da seguire è la medesima del punto precedente, soltanto che quando sceglierete dove installare Windows 10, non sceglierete il disco C:, ma il vostro dispositivo esterno (che di solito corrisponde a D: oppure E:).

Installare Windows 10 in una macchina virtuale

Una macchina virtuale è come un computer virtuale: cioè andate ad emulare un nuovo computer, come se fosse un semplice programma. Grazie a un software gratuito come VirtualBox è possibile creare una o più macchine virtuali. Il vantaggio di utilizzare una macchina virtuale è che potete avere “un computer nel computer”. Di solito si utilizza per provare a fare degli esperimenti, e non danneggiare il proprio computer reale. Per fare questo esperimento vi basterà ottenere la ISO di Windows 10, scaricabile sempre dall’ormai famoso assistente, recandovi nella voce “Crea un supporto d’installazione per un altro PC” e poi cliccando su “File ISO”.

Devo acquistare una licenza di Windows 10?

Se possedete già una licenza di Windows 7, oppure Windows 8, non dovete acquistare una nuova licenza di Windows 10

Al momento dell’aggiornamento, nei PC meno recenti, vi verrà chiesto di inserire il codice “Product KEY”. Va bene sia quello di Windows 7 che quello di Windows 8, che trovate nell’etichetta appicccicata sotto al vostro PC. Questa verrà automaticamente convertita in una Product KEY di Windows 10. Nel caso in cui vi venga riufiata, potrete chiamare il numero dell’assistenza Microsoft che troverete indicato nella schermata che vi apparirà, così da poter risolvere il problema.

Nei PC più recenti, il codice Product KEY è memorizzato nelle memorie, per cui viene recuperato in automatico dal software d’installazione, senza che vi dobbiate preoccupare 😮 .

Se invece non possedete alcuna licenza di Windows, allora sì, dovrete acquistare una licenza, come quella che potete trovare nel link qui sotto!

Dubbi? Approfondimenti?

Se non siamo stati chiari, oppure volete un approfondimento ulteriore su certi aspetti, siamo sempre reperibili tramite i nostri social, dove cerchiamo di rispondere sempre a tutti! Se invece volete un articolo più approfondito su uno degli aspetti che abbiamo trattato quest’oggi, avete a disposizione i commenti qui sotto! 🙂

- Annuncio Sponsorizzato -

Segnala

Scritto da Michele Falcomer

"Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere". Con questa citazione di Enzo Ferrari, vivo la passione per la tecnologia, i videogiochi e il mondo dello sport, sapendo che si vive una volta sola!

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...