Da pochi giorni è possibile usare Apple Pay in Italia. Apple Pay è un servizio che consente l’elaborazione di smart payments tramite Iphone, Apple Watch e MacBook, tramite l’impronta digitale ed il nostro dispositivo sarà possibile pagare in maniera contactless.

Cos’è Apple Pay

Apple Pay è un servizio gratuito di smart payment offerto da Apple, consente all’utente di autorizzare pagamenti usando l’impronta digitale sul proprio Iphone, Mac o Apple Watch.

I pagamenti sono del tutto riservati, attraverso la virtualizzazione della carta utilizzata infatti è possibile mascherare le informazioni sensibili procedendo solamente alla verifica del pagamento, permettendo la transazione senza mettere a repentaglio la privacy degli utenti.

Il servizio è stato presentato nel 2014, commercializzato nello stesso anno prima in America e poi nel Regno Unito nel 2015, per poi giungere pian piano in tutto il resto del mondo. Il nostro Bel Paese ha attivato il servizio il 17 Maggio 2017.

Chi può utilizzare Apple Pay

Per utilizzare Apple Pay è necessario disporre di un dispositivo compatibile e di una carta contactless di un ente di rilascio compatibile.

Per avere la possibilità di usare il servizio è necessario avere un:

  • Iphone: SE, 6/6 Plus, 6s/6s Plus, 7/7 Plus e successivi
  • Apple Watch: prima generazione, seconda generazione e successivi
  • Ipad Air 2, Ipad Mini 3, Ipad Mini 4, Ipad Pro e successive versioni
  • MacBook Pro con Touch Bar

E disporre di una carta di credito, debito o pregata contactless di:

  • Unicredit
  • Carrefour
  • Boon

Apple Pay verrà attivato nelle seguenti banche entro fine anno:

  • American Express
  • Carta BCC
  • Expendia Smart
  • Fineco Bank
  • Hype
  • Banca Mediolanum
  • N26
  • Wibida

Come si utilizza Apple Pay

Il funzionamento di Apple Pay è semplicissimo, basta accedere a “Wallet” app preinstallata sui sistemi IOS e procedere alla configurazione della carta.

Leggi anche:  Sfruttiamo al massimo le app online

Configurazione:

Per configurare Apple Pay sul tuo dispositivo Apple segui la procedura guidata

  1. Apri Wallet
  2. Nella sezione Apple Pay, premi sul + in alto a destra
  3. Nella schermata di configurazione premi su avanti
  4. Scannerizza la carta usando la fotocamera dell’iphone o premi su inserisci i dati della carta
  5. Se hai scelto di inserire i dati manualmente, fornisci i dati dell’intestatario e numero della carta
  6. Aggiungi data di scadenza e cvv
  7. Finito: Apple Pay è pronto all’uso

N.B. Alcune banche richiedono l’abilitazione del servizio sui loro sistemi, procedi all’abilitazione rivolgendoti al servizio clienti della tua banca, potrebbe essere necessario scaricare un app aggiuntiva.

Pagamento:

Per pagare con Apple Pay segui la procedura guidata

  1. Apri Wallet
  2. Appoggia il dito sul lettore ed avvicinati al pos per pagare usando la carta predefinita
  3. Se vuoi usare una carta non predefinita, sceglila cliccandoci sopra, poi avvicinati al pos stando bene attendo ad appoggiare il dito ad touch id per autorizzare il pagamento
  4. Transazione eseguita.

N.B.  ricorda che Apple Pay funziona su tutti i pos dotati di funzione contactless. La tua banca per questioni di sicurezza potrebbe proporti l’inserimento del pin, supertata una determinata cifra in un unico pagamento, alcuni esercenti potrebbero comunque richiederti un documento di riconoscimento.

Per pagare su Safari o su Mac basta cercare il logo “Apple Pay” ed autorizzare il pagamento a seguito di una schermata riepilogativa.

Boon: la ricaricabile per tutti

Cos’è Boon

Boon è un servizio di Wirecard nato per far funzionare Apple Pay a chi non ha una carta di un ente supportato dal servizio targato Apple.

Leggi anche:  10 trucchi per migliorare il wifi di casa

Tramite l’app disponibile per Iphone è possibile iscriversi al servizio gratuitamente per il primo anno (poi costa 99c/mese) per generare una carta prepagata virtuale da aggiungere a Wallet.

Quali sono le caratteristiche della Carta Boon

  • agisce su circuito Mastercard
  • può essere ricaricata tramite carta di credito o tramite bonifico su conto corrente, le carte di prepagate non sono supportate
  • supporta la ricarica manuale e quella automatica, la differenza consiste nel bilancio disponibile, con la ricarica manuale una volta finiti i soldi la transazione viene rifiutata, tramite la ricarica automatica invece verrà richiesta una ricarica dell’importo necessario a completare il pagamento a noi richiesto.
  • non ha commissioni in divisa estera nella zona euro, fuori zona euro viene applicata una commissione del 1.25% sulla transazione effettuata. Una ricarica con carta costa almeno un 1 euro o al massimo l’1% dell’importo ricaricato, il bonifico è gratuito.

I piani Boon

Boon agisce su tre diversi piani: Start, Basic e Plus.

Boon Start: è il piano base del servizio, offre 8 euro circa di credito per provare il servizio, non permette la ricarica o la gestione della carta

Boon Basic: è il piano intermedio del servizio, offre la ricarica tramite carta di credito e bonifico, e la ricarica automatica per un massimo di 2500 euro all’anno.

Boon Plus: è il piano più completo, richiede documento d’identità, permette la ricarica tramite carta di credito e bonifico, e la ricarica automatica per un massimo di 5000 euro al mese.

In questa pagina puoi vedere i prezzi e le differenze che intercorrono nei vari piani.