in

Amazon ha due sorprese per noi: no a pantry, sì ai finanziamenti

Due sono le novità che Amazon ha riservato per i suoi clienti. Non sconvolgeranno troppo l’esperienza all’interno dell’e-commerce ma molto probabilmente, entrambe, la miglioreranno di netto. Nel dettaglio Amazon ha deciso di chiudere Pantry e di iniziare una sperimentazione con Cofidis per far pagare a rate i prodotti presenti nel marketplace grazie a dei finanziamenti.

Amazon Pantry

Pantry chiuderà i battenti a fine Maggio, si trattava di una sezione interna al marketplace che consentiva* (consente tutt’ora, finché non chiuderà) ai propri utenti di comprare prodotti di genere alimentare, sulla cura della persona, della casa e molto altro come il cibo per i bambini piccoli, per i nostri amici a quattro zampe e così via.

9 XCM 1 aboutPantry vF. CB446757140

Il problema è sempre stata la spedizione. In Pantry non è mai esistita la spedizione gratuita per i clienti Prime, era possibile non pagare la consegna solo aggiungendo almeno 5 prodotti “alla scatola degli acquisti”.

Per Pantry potremmo anche dire che non tutti i mali vengono per nuocere: i prodotti delle categorie aderenti al servizio rimarranno su Amazon ma verranno trattati come tutti gli altri quindi anche con la spedizione gratuita e veloce per i clienti Prime senza considerare l’assenza della soglia minima per acquistare i prodotti che come si evince dall’immagine inserita poco più sopra di questa riga per Pantry era di almeno 15€.

Il pagamento a rate con Cofidis

Finanziamento 2

Amazon aveva già provato ad introdurre il pagamento a rate per i prodotti disponibili nell’e-commerce. La soluzione proposta in collaborazione con Cofidis potrebbe segnare una naturale evoluzione del pagamento rateale o un metodo di pagamento che nel tempo potremmo vedere affiancare quanto già introdotto nei mesi precedenti.

Il pagamento a rate di Amazon infatti non era limitato a poche rate, al massimo erano circa 5, bastava avere una carta di credito o un conto corrente ed era a tasso zero.

Con Cofidis invece si parla di una vera e propria linea di finanziamento, che ovviamente richiede il collegamento del nostro account Amazon ad un conto corrente su cui addebitare le rate e che non sarà a tasso zero.

914606?w=1000&fit=clip

La speranza ovviamente è quella di avere più possibilità di pagamento possibili: carta di credito, carta di debito, buoni regalo, a rate (tasso zero) e con finanziamento (a tasso variabile) sarebbe l’ideale. Manca solo il pagamento alla consegna e con PayPal poi c’è praticamente tutto quello che occorre, ma per queste due tipologie di pagamento non c’è troppo da sperare. Per ora rimangono solo utopie.

Segnala

Scritto da Massimiliano Formentin

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, il mio scopo con PcGenius è condividere questa mia curiosità con il mondo intero. Nella vita faccio anche altro: suono il pianoforte e mi occupo di web.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

fido alliance

“Login with Fido”: è stato presentato lo standard per il login universale

blue LAN cable plugged in green and black router

Copertura di rete: come sapere da quale tecnolgia sei raggiunto a casa