in

In arrivo il nuovo Xiaomi Mi Band 3

Il 31 maggio è iniziato il preordine su GEARBEST per il nuovo smartwatch Xiaomi Mi Band 3, che sarà poi commercializzato a partire dal 15 giugno e sostituirà il Mi Band 2 ancora in vendita.

Vediamo insieme che differenze ci sono col suo predecessore.

blank

Xiaomi Mi Band 3

– Durata della batteria fino a 20 giorni

– Resistenza all’acqua fino 50 metri di profondità

– Resistenza alla polvere

– Visualizzazione di messaggi, frequenza cardiaca, chiamate, contapassi e presenza di supporti per sblocco telefono

–  Display OLED da 0,78″ con risoluzione 128 x 80 pixel

– Supporto Bluetooth 4.2 LE

Attualmente in pre-order su GEARBEST a 43,49€

blank

Xiaomi Mi Band 2

– Durata della batteria fino a 20 giorni

– Resistenza all’acqua fino 50 metri di profondità

– Resistenza alla polvere

– Visualizzazione di messaggi, chiamate, frequenza cardiaca e contapassi

– Tempo di ricarica: circa 3 ore

– Display OLED da 0,42″

– Supporto Bluetooth 4.0 BLE

Attualmente in vendita sia su GEARBEST a 17€ che su AMAZON a 23€

 

Non troviamo grosse differenze di design col Band 2, ma una miglioria nella grandezza del display che passa da 0,42″ a 0,78″, ottimizza il supporto bluetooth e il prezzo di solo 43euro lo rende molto accattivante.

Xiaomi inoltre ha dichiarato che verso settembre dovrebbe uscire un’ulteriore versione del Band 3 con l’aggiunta della funzionalità NFC.

Competitor

Non potevamo di certo non citare il Huawei Honor Band 3, il maggior rivale indiscusso del Xiaomi Mi Band 3.

Vediamo le sue caratteristiche tecniche.

blankHuawei Honor Band 3

– Durata della batteria fino a 30 giorni 

– Resistente all’acqua fino 50 metri di profondità

– Visualizzazione di messaggi, chiamate, frequenza cardiaca, contapassi e monitoraggio del sonno

– Display OLED da 0,91″

– Supporto Bluetooth 4.2 

Attualmente in vendita sia su GEARBEST a 40€ che su AMAZON a 54€

Giudizio personale

Il design dello smartwatch Xiaomi è molto più bello di quello della Huawei, però a differenza di quest’ultima ha una batteria meno potente, il monitor del sonno è stato realizzato in collaborazione con The Center for Dynamical Biomarkers (DBIOM) di Israele e la versione NFC edition è già sul mercato.

Dunque Xiaomi, nonostante tutto, avrebbe potuto fare qualcosina in più.

[zombify_post]

Segnala

Scritto da Larissa Antoni

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...