in

Time Machine: ecco come fare il backup ed il ripristino dei dati su MacOS in piena sicurezza

Avere una copia dei propri dati non fa mai male. Se col computer ci lavori o ci salvi informazioni preziose allora l’avere un backup sempre pronto a disposizione in caso di bisogno è semplicemente fondamentale.

In questo articolo voglio mostrarti come usare TimeMachine per salvaguarda i dati del tuo Macbook, iMac o MacMini a 360° e come ripristinare il tutto in semplicità attraverso pochi click!

Fermo! Prima di continuare leggi qui:

Se il tuo sistema operativo non è MacOS allora ti consiglio di leggere questo articolo nel caso in cui tu stessi usando Windows o di cliccare qui se invece stai usando Ubuntu.

Link Utili:
Supporto Apple per Time Machine

Che cos’è Time Machine?

Time Machine è una utility software nata per per Mac OSX Leopard sviluppata da Apple ed introdotta nel 2006 con l’intento di facilitare la creazione, la gestione dei backup del computer e del relativo ripristino delle informazioni in essi contenuti.

Nello specifico, Time Machine crea delle istantanee (che in gergo si chiama Snapshot) dei nostri file permettendoci non solo di annullare una singola operazione azzardata (una eliminazione o uno spostamento ad esempio) ma anche di recuperare una qualunque versione del file in questione.

Come si fa un backup con Time Machine?

Requisiti

Per fare il backup con Time Machine abbiamo bisogno di almeno uno dei seguenti dispositivi:

  • un harddisk esterno
  • un harddisk collegato ad un dispositivo AirPort (Extreme o TimeCapsule)
  • un altro Mac compatibile con TimeMachine
  • un NAS che supporta TimeMachine tramite protocollo SAMBA

Inoltre il computer deve essere un Mac aggiornabile a Mac OSX Leopard, ovvero deve superare tutte le seguenti specifiche tecniche:

  •  computer datato di processori PowerPC G4 e G5 ad almeno 867 MHz (i processori G3 non sono supportati) in alternativa vanno bene i Mac dotati di processori Intel.
  • computer datato di almeno 512MB di RAM
  • computer avente almeno 9GB di spazio libero su disco interno

Come si fa?

Video del canale ufficiale “Supporto Apple” che spiega “Come eseguire un Backup con Time Machine”

Per iniziare ad usare Time Machine dobbiamo scegliere un hard disk da destinare all’uso avente come minimo (non è un requisito vero e proprio, vedilo come un suggerimento) lo stesso spazio di archiviazione del tuo Mac.

Nel tutorial presente in questo articolo vedremo come eseguire un backup tramite un hard disk di archiviazione esterna da collegare al Mac tramite un cavo dati semplice.

Non appena collegherai il disco di backup al Mac una finestra pop-up potrebbe apparire chiedendoti di formattare il dispositivo per preparo ad eseguire TimeMachine. Cliccando su “Usa come Disco di Backup” acconsentirai ad eliminare irreversibilmente tutti i dati contenuti sul disco permettendo al computer di usarlo per lo scopo sopracitato. Se il pop-up non appare, non preoccuparti, puoi andare nel menù di preferenza di Time Machine cliccando sul menu Apple, cliccando su Preferenze di Sistema e selezionando successivamente l’icona di Time Machine (orologio verde, quarta riga dall’alto, terza icona da destra).

Per procedere con il backup clicca su “Seleziona Disco di Backup” e scegli il disco da utilizzare e la modalità con cui eseguire l’operazione. Potrai ad esempio scegliere di crittografie il backup con una password o di lasciarlo “libero”. Clicca su “Usa Disco”. Se hai scelto di inserire la password potrebbero apparirti altre schermate di configurazione guidata.

Arrivati a questo punto il computer è pronto e il disco anche. Dopo qualche istante dovrebbe iniziare il processo che per la prima volta potrebbe occupare moltissimo spazio e moltissimo tempo. Dalla seconda volta in poi sarà tutto più semplice e rapido visto che verranno salvati nuovamente solamente i file che dall’ultima volta sono stati modificati.

Le versioni che verranno salvate saranno le istantanee locali orarie per le ultime 24 ore, backup giornalieri per il mese scorso e backup settimanali per tutti i mesi precedenti. Quando il disco selezionato per il backup non disporrà più di spazio sufficiente per nuove revisioni verranno semplicemente eliminati i backup più vecchi.

Ricorda inoltre che dalla finestra di Time Machine potrai scegliere di visualizzare la relativa icona nel menu Apple e che potrai iniziare un nuovo backup in qualsiasi momento cliccando nei vari spazi (Barra del Menu e Finestra) la voce “Esegui Backup Ora”. É anche possibile saltare un backup con la stessa identica modalità.

Ripristina un backup con Time Machine

Recuperare Backup all’avvio del Mac

Puoi avviare il Mac ripristinando il suo stato ad un dato momento all’avvio.

Per farlo, al momento dell’accensione basta tenere premuta la combinazione di tasti “command” + “R”, scegliere la voce “Ripristina da Backup di Time Machine” per poi cliccare “Continua”, scegliere il disco di backup ed alla fine aspettare la conclusione del processo di ripristino.

Recuperare una singola modifica di un file

Puoi ripristinare lo stato di un file avvalendoti di una delle tante istantanee che Time Machine crea per te su base programmata.

Per farlo puoi usare la voce “Entra in Time Machine” dalla relativa icona del menu Apple o dalla finestra delle impostazioni di Time Machine.

Si aprirà un schermata del finder, come questa:

blank

potrai andare “indietro nel tempo” navigando verso il file da ripristinare.

Una volta scelto il file nello spazio-tempo ti basterà cliccare “Ripristina” ed il gioco sarà fatto!

Segnala

Scritto da Massimiliano Formentin

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, il mio scopo con PcGenius è condividere questa mia curiosità con il mondo intero. Nella vita faccio anche altro: suono il pianoforte e mi occupo di web.

Cosa ne pensi?

0 punti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...