in

Sony, Nokia, Huawei ed LG al MWC 2018

Altre novità si sono viste tra la giornata di ieri e oggi al Mobile World Congress di Barcellona. Come già anticipato negli scorsi articoli, nulla di sconvolgente, ma sicuramente di curioso si! Andiamo a scoprire brevemente cosa si è visto!

Sony: EarDuo ed ZX2

blankAbbiamo 2 novità sul palco: le Xperia Ear Duo e il nuovissimo flagship Xperia ZX2! Per quanto riguarda le cuffie, nulla di straordinario: anche Sony ha voluto lanciarsi sul mercato di questa nuova moda di cuffie Bluetooth senza cavi e full wireless.

- Annuncio Sponsorizzato -

La loro killer feature dovrebbe essere l’adattamento al contesto in cui verranno utilizzate e si regoleranno di conseguenza. Il Sony Xperia ZX2 invece cerca di rilanciare Sony nel mercato degli smartphone, dove negli ultimi anni non ha avuto molto successo.

Si è parlato di molti miglioramenti alla fotocamera, specialmente per quanto riguarda la parte video. Questi infatti andranno ad introdurre funzionalità che Sony ha sviluppato per le sue videocamere di fascia alta, tra cui un HDR migliorato che promette di gestire meglio i contrasti e la luce.

 

Huawei: MediaPad M5 e MateBook X Pro

blankCome preannunciato, poche e deludenti novità. L’azienda infatti decide di rilanciarsi nel mercato dei tablet Android di fascia alta.

Scelta azzardata ma, secondo i portavoce dell’azienda, motivata dalla credibilità che negli ultimi anni la casa cinese ha acquisito grazie alla soddisfazione dei propri clienti.

Il nuovo “Mediapad M5” si presenta così in 2 versioni: la prima basica, che punta esclusivamente alla multimedialità, grazie a un attento lavoro di ingegnerizzazione sopratutto per il comparto audio; mentre la seconda avrà in più in dotazione una tastiera che si collegherà magneticamente al tablet, che all’occorrenza sarà in grado di offrire un’esperienza più simile a quella di un notebook, quindi c’è la presenza di una versione Android modificata in modalità desktop.

L’ultimo prodotto, che forse è quello che mi ha stupito di più, è il “Matebook X Pro“. Quest’ultimo infatti si avvale di specifiche hardware di tutto rispetto, racchiuse in una scocca che garantisce estrema portabilità. Notevole l’introduzione della webcam in un tasto a scomparsa nella tastiera, in modo da lasciar spazio ad un display più grande e a delle cornici più ridotte.

Nokia: Sirocco, Nokia 6, 7 Plus, 1 e 8110

blankQui troviamo un po’ di effetto sorpresa e nostalgia. Partiamo da “Nokia 8 Sirocco“, ovvero il top di gamma di Nokia.

Non vediamo particolari novità, ma sicuramente uno smartphone di tutto rispetto e che introduce nuove funzonalità per sfruttare al meglio, in modalità manuale, la fotocamera.

Si passa poi a Nokia 7 Plus, dotato di uno schermo più grande del fratello maggiore e una doppia fotocamera sul retro. La principale feature sta nel processore: viene montato infatti uno Snapdragon 660, che dovrebbe gestire al meglio la batteria da ben 3800mAh, per arrivare ad assicurare un’autonomia fino a 2 giorni.

Si continua la discesa con il nuovo Nokia 6, venduto ad un prezzo ancora minore, che offre la possibilità di poter usare in contemporanea sia l’obiettivo frontale, che quello posteriore della fotocamera.

Infine abbiamo Nokia 1, uno smartphone che monta AndroidGO (dalle specifiche tecniche molto scarse), adatto ai neofiti di Android che non hano mai usato uno smrtphone. Visto il prezzo altamente competitivo Nokia 1 è una valida alternativa ai top di gamma e alle economy entries, permettendo a tutte le tasche l’acquisto di uno smartphone completo.

Ma il colpo di scena sta nel Nokia 8110: un altro smartphone per i nostalgici. Con la sua forma a banana (e non solo), connettività 4G e una versione rinnovata di Snake! Un pezzo da museo e basta a mio avviso!

LG: V30 aggiornato, K8 e K10

blankCome vi avevamo preannunciato negli scorsi giorni, anche LG non porta nulla di eclatante.

Arriva, come promessa, una versione aggiornata dell’LG V30, e poi si è puntato tutto sulla fascia bassa con la serie K.

Questa serie di smartphone infatti ha venduto molto nello scorso anno, tanto da convincere LG ad aggiornare questi modelli, che furono più che altro un esperimento. Si è lavorato dunque sul design, dove il modello K10 svetta per una bellisssima scocca posteriore in metallo.

Un aggiornamento ha interessato anche il processore, che passa a ben 8 core, ma sempre su piattaforma Mediatek.

La conclusione dei giochi

La fiera durerà ancora per qualche giorno, ma le principali novità dovrebbero essere state messe tutte sul tavolo! Attendiamo prima di poter fare le considerazioni finali, ma sicuramente anche questo Mobile World Congress è stato povero sotto il punto di vista dell’innovazione: segno che gli smartphone sono arrivati a uno stadio evolutivo completamente in stallo. Solo chi saprà capire cosa manca ancora nelle nostre mani saprà provocare l’ormai sempre più attenuato effetto “WOW”, ma per questo 2018 sembra si voglia soltanto migliorare tutto quello è stato fatto di buono durante lo scorso anno!

Seguiteci nei prossimi articoli per rimanere, come sempre, a passo con la tecnologia!

- Annuncio Sponsorizzato -

Segnala

Scritto da Michele Falcomer

"Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere". Con questa citazione di Enzo Ferrari, vivo la passione per la tecnologia, i videogiochi e il mondo dello sport, sapendo che si vive una volta sola!

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...