Ce ne siamo ricordati all’ultimo secondo che oggi alle 17 ci sarebbe stata la conferenza Google 🙂

Siamo ancora distrutti dalla Games Week: presto vi porteremo il resoconto della fantastica esperienza, perchè ci teniamo molto: STAY TUNED!

Google Material Design & Apps

Quest’oggi Google, con un evento molto particolare, in un teatrino (e non nel solito stadio del Google I/O) ha svelato i suoi progetti per il futuro. Si inizia parlando di interfacce grafiche: l’evoluzione del Material Design. Per chi non lo sapesse, il Material Design sono le linee guida ufficiali di Google che gli sviluppatori dovrebbero (perchè poi sappiamo bene che ognuno fa quel che vuole) adottare quando vanno a scrivere il codice dell’interfaccia grafica. Continua sempre di più a convincermi, tranne una cosa: è un suicidio per i dispositivi con schermo Amoled. Infatti, per una loro particolare caratteristica, gli schermi Amoled (quelli usati sui Samsung, per intenderci) tendono a consumare più batteria in presenza di tonalità tendenti verso il bianco. Ed è facilmente spiegato: uno schermo Amoled “si accende” per mostrare le tonalità chiare, e “si spegne” quando deve mostrare tonalità più scure. 

Si è parlato anche di come ci siano in atto importanti evoluzioni per Google Foto, che continua ad essere l’app più apprezzata ed utilizzata dal grande pubblico, e per la suite Google: Documenti, Fogli di calcolo, Presentazioni. La comodità di poter lavorare, in più persone, allo stesso Documento (file Word), in tempo reale, è una cosa fantastica dal punto di vista della produttività!

Pixel Slate

Il Pixel Slate si propone, secondo me, come un alternativa al Surface di Microsoft e al MacBook Pro di Apple. Cioè si va a porre nella fascia alta dei portatili, dove esistono contemporaneamente 2 imperativi: portabilità estrema e potenza. Chrome OS ha ancora molta strada da fare, per poter competere con la concorrenza, ma si sta mettendo sulla giusta strada. Sempre più applicazioni stanno arrivando sul sistema “desktop” di Google, ma non siamo ancora arrivati alla sufficienza. Presente anche la penna per poter prendere appunti comodamente in mobilità.

Google Home Hub

Lo possiamo definire come un’estensione del Google Home. Tramite questo semplice display avremo il controllo di tutti i dispositivi domotici collegati alla nostra rete casalinga. Google si dimostra, ancora una volta, secondo me, la più attenta al settore dell’IOT (Internet of Things). Il suo ecosistema sta crescendo a dismisura, e l’unica avversaria è Xiaomi: che però in Italia non è facilmente accessibile.

 

Pixel 3 e Pixel 3 XL

Che vi aspettavate? Che ne parlassi subito? EH NO! Faccio il bastardo come tutti: il bello sempre alla fine 🙂

Google rinnova la sua line-up di smartphone nel segno della continuità. Nessun stravolgimento. Lo schermo sarà edge-to-edge, come tutti i produttori di cellulari ci hanno abituato, e promette di essere migliore del modello precedente: non che ci voglia molto; il display di Google Pixel 2 faceva schifo!

Pippone lunghissimo sulla fotocamera, che cerco di riassumervi in poche parole. Pixel 2 è ancora ai vertici delle classifiche di miglior camera-phone, nonostante sia un “telefono vecchio”. Infatti Google prosegue vantandosi che con un unico sensore sono in grado di fare tutto: e hanno ragione! Forse le fotocamere aggiuntive sono l’ennesima presa per il culo che i produttori ci hanno fatto? Probabile, vedendo questo Pixel. Però in compenso ne hanno messe 2 anteriormente. Beh, forse hanno ragione: tutti scattiamo più selfie che non altro!

 

Vi lascio alle caratteristiche tecniche:

Google Pixel 3

  • Schermo: 5,5” full HD+ 1.080 x 2.160 pixel
  • CPU: Snapdragon 845 e GPU Adreno 630
  • RAM: 4 GB
  • Memoria interna: 64 / 128 GB
  • Fotocamera posteriore: 12,2 megapixel
  • Fotocamera frontale: dual-camera da 8 megapixel (una grandangolare) EH SI!
  • Batteria: 2.915 mAh con fast charging, wireless charging

Google Pixel 3 XL

  • Schermo: 6,3” QHD+ 1.440 x 2.880 pixel
  • CPU: Snapdragon 845 e GPU Adreno 630
  • RAM: 4 GB
  • Memoria interna: 64 / 128 GB
  • Fotocamera posteriore: 12,2 megapixel
  • Fotocamera frontale: dual-camera da 8 megapixel (una grandangolare) EH SI! x2
  • Batteria: 3.430 mAh con fast charging, wireless charging

THE END

Novità per le telefonate, che possono essere ora trascritte da Google Assistant. Da segnalare anche un altra feature che mette il Pixel in modalità “non disturbare” se lo riponiamo in un piano, con lo schermo rivolto verso il basso: in modo da non essere disturbati da notifiche inutili mentre siamo in compagnia di amici o della famiglia 🙂

DIMENTICAVO … IL PIXEL STAND

Anche Google ha deciso di puntare sulla ricarica wireless, uscendosene con un caricatore tutto suo. Ma non sarà un semplice caricatore wireless: avrà altre funzioni interessanti, ad esempio rendere il telefono una sveglia smart, che vi darà il BUONGIORNISSIMO CAFFE’ 😀


Like it? Share with your friends!

1 punto
Michele Falcomer

Ciao a tutti, sono Michele, alias Falco9807. Oltre a volermi definire un gamer appassionato, su varie console, sono anche un grande appassionato di tecnologia. Combattete sempre per realizzare i vostri sogni: e lasciate da parte le persone che ve lo impediscono. Se avete domande e consigli di qualsiasi genere non esitate a scrivermi sui social! Buona partita a tutti!

Cosa ne pensi?

Lol Lol
0
Lol
Incredibile Incredibile
0
Incredibile
Lo Adoro Lo Adoro
0
Lo Adoro
Scegli come contribuire
Articolo
Testo formattato con aggiunte visive ed embeed di altri siti
Lista a Classifica
"Mi piace" o "Non mi piace" per decidere il miglior elemento
Liste Aperte
Inserisci i tuoi elementi e vota per il miglior inserimento
Lista
Una classica lista puntata o numerata
Quiz della personalità
Crea una serie di domande per svelare la personalità di qualcuno
Sondaggio
Apri una votazione per scoprire il parere delle persone su qualcosa
Quiz Trivia
Crea una serie di domande con risposte giuste o errate per verificare le conoscenze di qualcuno
Conto alla rovescia
Il classico conto alla rovescia di internet
Meme
Carica un'immagine e crea dei meme personalizzati