in

Apple ha presentato i suoi primi computer con architettura ARM

Come promesso, Apple ha presentato i suoi primi tre computer con processore Silicon, basato su ARM. L’evento One More Thing ha portato con sé un MacBook Air, un Pro da 13″ ed un Mini. Mancano ancora all’appello i tanto vociferato AirTags e delle cuffie all-in-ear da affiancare alle AirPods.

Salta alla sezione che di tuo interesse:
Chip M1Big SurMacBook Air 13″MacBook Pro 13″Mac mini

M1 è tutto quello che un fan poteva sognare

Apple non ha assolutamente deluso le aspettative di chi stava aspettando da un bel po’ questo evento e di chi, magari, stava aspettando il momento giusto per comprare o aggiornare il suo MacBook. Le novità sono molte e partono tutte dal nuovo chip, l’Apple Silicon M1 prodotto con processi a 5nm e 16 core totali, 8 elaborativi e 8 grafici.

Apple Silicon M1

Apple ha mostrato un bel po’ di statistiche ed ha affermato che, almeno sulla carta, M1 può vantare prestazioni tre volte migliori rispetto ai processori concorrenti (quindi di Intel e AMD). Il passaggio ad ARM inoltre consente un grande risparmio energetico, tanto che i nuovi portali possono contare su ben 20 ore di autonomia.

Non c’è mai stato un chip come M1, il nostro SoC rivoluzionario per Mac. Si basa su oltre un decennio di progettazione di chip leader del settore per iPhone, iPad e Apple Watch e inaugura un’era completamente nuova per il Mac. […] Quando si tratta di silicio a basso consumo, M1 ha il core della CPU più veloce del mondo, la grafica integrata più veloce del mondo in un personal computer e le straordinarie prestazioni di machine learning dell’Apple Neural Engine. Con la sua combinazione unica di prestazioni straordinarie, potenti funzionalità e incredibile efficienza, M1 è di gran lunga il miglior chip che abbiamo mai creato.

Johny Srouji, vicepresidente senior di Hardware Technologies di Apple. 
Composizione M1 Apple

L’altra grande chicca, già nota però dalla WWDC di quest’anno, è la possibilità di eseguire senza problemi le applicazioni di iPhone e iPad proprio sul Mac. Gli sviluppatori si baseranno su Rosetta 2 per fare le dovute modifiche alle loro applicazioni per rendere tutto questo possibile.

Confronto consumo M1 Apple Concorrenza

Big Sur ha una data di lancio: 12/11

Apple ha ufficializzato la data di lancio di Big Sur, il suo nuovo sistema operativo per Mac che porta con se un nuovo centro di controllo, un passaggio dalla grafica flat-minimal al neumorfismo e altre piccole chicche che nel tempo scopriremo e racconteremo.

big sur

É vero, rispetto ad altri anni l’attesa è stata molto più lunga ma questo potrebbe essere dovuto anche al lancio dei nuovi processori che essendo stati prodotti in casa avranno avuto bisogno di più cure per far andare d’accordo il sistema operativo con la loro nuova architettura.

Changelog

Informazioni ufficiali

Il contenuto di questa sezione è stato ripreso, senza manipolazioni di sorta, dal sito ufficiale del produttore

Con macOS Big Sur, il sistema operativo desktop più evoluto al mondo diventa ancora più bello e potente. Troverai un design completamente rinnovato, per sfruttare tutto il potenziale del tuo Mac. Un radicale aggiornamento di Safari. Nuove funzioni per Mappe e Messaggi. E ancora più trasparenza in materia di privacy.

Design

  • Il nuovo design delle app ti aiuta a concentrarti su contenuti e attività grazie a barre degli strumenti più spaziose e barre laterali a tutta altezza.
  • Barra dei menu aggiornata con spazi più ampi e un nuovo aspetto trasparente, più vivido durante le interazioni.
  • Nuovi suoni di sistema per l’avvio, il trasferimento dei file, lo spostamento nel Cestino, la protezione dei file e altro ancora.

Centro di Controllo

  • Centro di Controllo unisce i tuoi menu e controlli preferiti in un unico spazio nella barra dei menu, per consentirti di regolare rapidamente le impostazioni mentre lavori.
  • Quando fai clic per espandere i menu di Centro di Controllo, vengono mostrati controlli aggiuntivi.
  • Possibilità di fissare i menu preferiti di Centro di Controllo sulla barra dei menu.

Centro Notifiche

  • Centro Notifiche ora unisce avvisi e widget in un’unica vista.
  • Le notifiche interattive mostrano informazioni aggiuntive e azioni, quando le espandi.
  • Nuovi utili widget per Calendario, Orologio, Note, Foto, Podcast, Promemoria, Tempo di Utilizzo, Borsa e Meteo.
  • La vista Modifica ti consente di aggiungere nuovi widget e modificarne le dimensioni.
  • Supporto per widget da app di terze parti.

Safari

  • Safari è il browser desktop più veloce del mondo, con prestazioni ed efficienza energetica leader nel settore.*
  • La nuova pagina di apertura ti consente di impostare un’immagine di sfondo e scegliere le sezioni da visualizzare, tra cui Preferiti, “Elenco lettura”, “Pannelli iCloud”, “Resoconto sulla privacy” e altro ancora.
  • Maggiore supporto per le estensioni e nuova categoria su App Store per scoprirne di nuove.
  • Il nuovo design dei pannelli include le favicon e un’anteprima dei siti web quando posizioni il puntatore su un pannello.
  • Traduzione (beta) per inglese, spagnolo, cinese semplificato, francese, tedesco, russo o portoghese brasiliano.
  • Il resoconto sulla privacy ti informa sul modo in cui Safari mantiene privata la tua navigazione, con una panoramica sui tracker bloccati dall’apposita funzionalità intelligente.
  • Il monitoraggio delle password controlla in modo sicuro le password salvate, rilevando quelle potenzialmente coinvolte in fughe di dati.
  • Gli avvisi sulla privacy ti consentono di scegliere quando un’estensione può accedere a un sito web.

* Le prestazioni variano in base a configurazione del sistema, connessione di rete e altri fattori.

Messaggi

  • Mettendo in evidenza le conversazioni, potrai mantenere in cima all’elenco fino a nove dei tuoi thread preferiti.
  • Con le menzioni puoi indirizzare un messaggio a una persona specifica in una conversazione di gruppo.
  • Le risposte dirette ti consentono di rispondere a un messaggio specifico in una conversazione.
  • Effetti per i messaggi con palloncini, coriandoli, laser e altro ancora.
  • #immagini ti aiuta a trovare GIF di tendenza da aggiungere ai messaggi.
  • Crea facilmente Memoji personalizzate e invia adesivi che riflettono il tuo umore e la tua personalità.

Mappe

  • Le guide offrono consigli su luoghi e attività, curati da una selezione di marchi di fiducia.
  • Esplora le città con “Guardati intorno”: un’esperienza interattiva in 3D ad alta risoluzione.
  • Mappe degli interni per i più importanti aeroporti e centri commerciali.
  • Itinerari studiati appositamente per le biciclette.
  • Gli itinerari per veicoli elettrici ti aiutano a pianificare i viaggi con le auto supportate che aggiungi ad iPhone.

Alcune funzionalità potrebbero non essere disponibili in tutte le zone o su tutti i dispositivi Apple.

Disponibilità

Dalle ore 19 italiane del 12 Novembre è possibile procedere all’installazione di Big Sur tramite aggiornamento software o tramite “app” da scaricare da Mac App Store. Qui sotto trovi il badge per scaricare Big Sur con l’ultimo metodo citato:

‎macOS Big Sur
‎macOS Big Sur
Developer: Apple
Price: Free
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot
  • ‎macOS Big Sur Screenshot

Due nuovi Macbook, ed un nuovo Mini

Sono qui tra noi, finalmente. Apple ha deciso di partire con Silicon attraverso due portatili, il nuovo MacBook Air e il nuovo MacBook Pro da 13″.

L’introduzione di tre nuovi Mac con il rivoluzionario chip M1 di Apple rappresenta un cambiamento coraggioso che richiedeva anni e segna un giorno davvero storico per il Mac e per Apple […] M1 è di gran lunga il chip più potente che abbiamo mai creato e, combinato con Big Sur, offre prestazioni strabilianti, durata della batteria straordinaria e accesso a più software e app che mai. Non vediamo l’ora che i nostri clienti sperimentino questa nuova generazione di Mac e non abbiamo dubbi che li aiuterà a continuare a cambiare il mondo.

Tim Cook, CEO di Apple

Questo significa che chi sperava in un ritorno del modello intermedio e del Pro dovrà aspettare l’anno prossimo.

Anche gli iMac stanno attendendo il loro momento, che il 2021 possa essere l’anno giusto per loro?

Senza perderci in chiacchiere da bar ecco i due nuovi portatili di Apple!

MacBook Air

I Nuovi MacBook Air 2020 montano tutti il nuovo processore M1 che risulta 3.5 volte più veloce rispetto ai vecchi processori e 5 volte più veloce rispetto alle GPU montate in passato. Grazie alla presenza del Neural Engine ora le performance di machine Learning sono 9 volte migliori e l’autonomia garantita è di ben 18 ore.

macbook air 2020

MacBook Air è Fanlass, infatti grazie alle nuove tecniche di dissipazione del calore prodotto dal chip M1 basterà la scocca in alluminio per non far surriscaldare il computer. Senza le ventole il computer, almeno sulla carta, sarà meno rumoroso e ugualmente efficiente.

La Ram supportata arriva a 16gb, l’archiviazione SSD a 2 TB la quale migliora anche sotto il punto di vista delle velocità che ora è il doppio più veloce rispetto alla generazione precedente.

Il Monitor è un Retina display da 13.3″ con una risoluzione di 2560×1600. Indubbia la presenza del True Tone e del supporto alla Gamma Cromatica P3.

La webcam integrata è una videocamera FaceTime HD integrata da tre microfoni in array in grado di focalizzare l’audio su chi parla escludendo l’ambiente circostante.

il TrackPad e la tastiera sono quelle già viste in precedenza: la tastiera è una Magic Keyboard con meccanismo a forbite, il trackpad supporta il Force Touch senza introdurre novità. C’è anche il Touch ID integrato nel tasto di accensione, come nei precedenti modelli.

Le altre novità di rilievo sono la presenza del Wifi 6 che garantisce fino a 1.2 gbps di connettività in download a condizioni ottimali e la presenza dell’USB 4 nelle due porte thunderbolt presenti nelle varie configurazioni. Le porte thunderbolt permettono la ricarica, il collegamento di un monitor esterno 6K, il trasferimento dei dati fino a 40gbps e ovviamente la possibilità di collegare i vari dispositivi in nostro possesso.

MacBook Air 13″ è disponibile in due configurazioni differenti con tre possibili colorazioni: grigio siderale, oro e argento.

  • MBA 2020 da 1159€: Chip M1 con CPU a 8 core e GPU a 7 core, 256gb SSD, 8Gb di Ram unificata, Display True Tone, Magic Keyboard, Touch ID, Trackpad Force Touch e Due Porte Thunderbolt / USB 4
    • RAM 16gb: +230€
    • SSD 512gb / 1tb / 2 tb: + 230 / +460 / +920€
  • MBA 2020 da 1429€: Chip M1 con CPU a 8 core e GPU a 8 core, 512gb SSD, 8Gb di Ram unificata, Display True Tone, Magic Keyboard, Touch ID, Trackpad Force Touch e Due Porte Thunderbolt / USB 4
    • RAM 16gb: +230€
    • SSD 512gb / 1tb / 2 tb: + 230 / +460 / +920€

Macbook Pro

Il MacBook Pro era il portatile meno atteso per questo evento, tanti lo ritenevano poco “sicuro” per il cambio di architettura del processore e forse hanno avuto ragione a metà. É stato annunciato solo il modello da 13″. Le configurazioni Silicon messe a disposizioni sull’Apple Store sono due, affiancate alle due versioni Intel.

macbook pro 2020

Il nuovo MacBook Pro da 13″ può anch’esso contare sul chip Apple M1 che fa schizzare le prestazioni alle stelle. Il calcolo computazione è migliorato di 2.8 volte, la gpu di 5 volte ed il Neural Engine di 11 volte. L’autonomia garantita è di 20 ore, la migliore mai vista su un Macbook.

Rispetto all’Air 2020 con chip M1 ritroviamo la Tocubar con Magic Keyboard e Touch ID, per il resto ritroviamo gli stessi core, ram e capacità di archiviazione del fratellino migliore. Lo schermo è più luminoso dell’Air, apple infatti dichiara la stessa risoluzione di 2560×1600 pixel, la retroilluminazione LED IPS con True Tone e Gamma Cromatica P3 ma la luminosità di 500 nit, 100 in più dell’Air.

Diversa la gestione dei consumi, sono garantite due ore di navigazione web wireless in più e due ore di riproduzione film in più su Apple TV. La batteria consuma 58.2 wattora e l’alimentatore è da 61W. Parlando di più numeri sono 17 ore di navigazione web e 20 ore di riproduzione streaming.

Per il resto, almeno sulla carta, le differenze dal Pro sono poche. Se ci dovessero essere novità aggiorneremo subito l’articolo, promesso!

Le configurazioni M1 sono due e partono da 1479€, le colorazioni disponibili sono sempre due, i classici grigio siderale ed argento.

  • MCP 2020 da 1479€: processore M1 con CPU da 8-core e GOU da 8-core, Neural Engine da 16-core, Memoria Unificata da 8gb, SSD da 256gb, Display Retina 13.3″ con True Tone, Magic Keyboard, Touch Bar e Toch UD, TrackPad con Force Touch e due porte thunderbolt usb-4
    • Ram 16gb: +230€
    • SSD da 512 gb / 1 / 2 tb: +230 / +460 / +920€
  • MCP 2020 da 1709€: processore M1 con CPU 8-core, GPU da 8-core, Neural Engine da 16-core, Memoria Unificata da 8gb, SSD da 512 gb, Display Retina 13.3″ con True Tone, Magic Keyboard, Touch Bar e Toch UD, TrackPad con Force Touch e due porte thunderbolt usb-4cRAM 16gb: +230€
    • SSD: 1tb / 2 tb: + 230 / +690€

Le configurazione Intel sono due, partono dai 2229€ e corrispondono alle versioni 2019: il primo è un Intel i5 di decima generazione con gpu Iris Graphics, ram è di 16gb e l’SSD da 512gb. La seconda costa 2459€ e porta l’archiviazione SSD a 1tb.

Mac Mini

Il Mac mini è decisamente più interessante delle configurazioni dei Pro e riceve una bella svecchiata. Le configurazioni sono due con chip M1 e una con processore Intel.

retro mac mini

Quelle “nuove” sono quelle con Processore Apple:

  • MBM da 819€: Chip M1 con 8-core di CPU, 8-core di GPU, 16-core di Neural Engine e Archiviazione SSD da 256gb con compatibilità ethernet gigabit
    • RAM 16gb: +230€
    • SSD 512gb / 1tb / 2 tb: + 230 / +460 / +920€
  • MBM da 1049€: Chip M1 con 8-core di CPU, 8-core di GPU, 16-core di Neural Engine e Archiviazione SSD da 256gb con compatibilità ethernet gigabit
    • RAM 16gb: +230€
    • SSD: 1tb / 2 tb: + 230 / +690€

Fonti: Comunicato Stampa “Introducing the next generation of Mac” e “Apple unleashes M1” su Apple NewsRoom

Segnala

Scritto da Massimiliano Formentin

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, il mio scopo con PcGenius è condividere questa mia curiosità con il mondo intero. Nella vita faccio anche altro: suono il pianoforte e mi occupo di web.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

woman using computer sitting on black chair

Bonus PC e Tablet: fino a 500€ per le famiglie meno abbienti

silver laptop on white table

Perché su internet si trovano licenze di Office e Windows a pochi euro?