in

Naviga gratis con il social wifi

Stai girando con i tuoi amici per l’Europa, l’America o magari sei ancora in Italia, fatto sta che sei in apprensione perché il tuo adorato smartphone è in roaming, non c’è copertura o hai finito i gibabyte, e allora cosa fare? Il social Wifi è la soluzione, rapida veloce e indolore, un nuovo concetto di condivisione direttamente dal gestore del tuo posto preferito al cliente. Cos’è questa novità? A cosa serve e come può tornare utile a tutti? Tutte le risposte a queste ed altre domande, le trovi in queste righe 🙂

Social Wifi?

Il social wifi non è altro che l’evoluzione del wifi pubblico che ora troviamo negli spazi di ritrovo come ristoranti, bar, piazze ecc… l’innovazione prevedere che per connettersi sia necessario effettuare un login, che al posto di chiedere un email, un nome utente e una password, chieda semplicemente un login al proprio social network preferito, come ad esempio facebook o google.

- Annuncio Sponsorizzato -

Io ti do internet e tu mi dai un like

Con un login sociale, il provider del servizio, ovvero chi vi serve il caffè ad esempio, potrà fornirvi la connessione rispettando la legge che prevede che le operazioni sia rintracciabili in caso di operazione dannose, e questo è possibile grazie ai dati ottenibili dal profilo pubblico disponibile dal social network, in cambio del servizio probabilmente il ristorante o l’hotel vi chiederanno un semplice like sulla pagina facebook oppure un follow su twitter, insomma una operazione da niente che aiuta il posto in cui vi trovate a crescere in cambio di internet, questo è il bello del social wifi.

 

Tutti i dettagli del social wifi

Il social wifi è presente già da un po’ di anni, ma di aziende che promuovono questo tipo di servizio, almeno in italia ce ne sono poche e stanno appena crescendo, un esempio è WiMan, azienda e startup italiana che vende un Social Router per creare il social wifi, in versione gratuita (a parte il costo del modem) e in versione pro (costo mensile o annuale + modem) e promuove questo tipo di social sharing. tramite un app, che con un unico login da accesso all’intero network dell’azienda, attualmente sono disponibili circa 14.526.800 hotspot in tutto il mondo.

Il video dell’hostpost wiman è questo:

E questa è una mappa live dove cercare gli hotspot wiman sparsi nel mondo: basta cliccare qui.

L’app wiman è disponibili per melafonini e dispositivi android, sui relativi store.

Wiman divide gli hotspot in tre categorie:

  • Reti verificate: almeno un utente si è già collegato
  • Autenticazione richiesta: è richiesto il login
  • Reti non verificate: nessun utente si è ancora registrato

Tutte e tre le categorie sono di clienti che hanno ricevuto il modem dall’azienda e quindi teoricamente sicure.

In ogni caso, è meglio collegarsi solo a reti verificate, per essere sicuri di non ricevere brutte sorprese.

Per ulteriori informazioni su Wiman, ti lascio la loro pagina ufficiale, basta che clicchi qui.

Esistono varie compagnie che per non allungare troppo l’articolo solo ti elencherò:

  • WiMan
  • Tiscali
  • PurpleWifi
  • FreeLuna
  • InWya

E questo è tutto, il social wifi è sicuramente un arma molto potente che però può far bene sia alle aziende che ai privati, io sono un povero blogger dietro ad un monitor locato a Gorizia (Nord-Est Italia) ma tu che magari sei uomo/donna come ti sei trovato/a in giro per il mondo? Dove hai viaggiato ne trovi di wifi di questo tipo? Scrivilo nei commenti.

- Annuncio Sponsorizzato -

Segnala

Scritto da Massimiliano Formentin

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, il mio scopo con PcGenius è condividere questa mia curiosità con il mondo intero. Nella vita faccio anche altro: suono il pianoforte e mi occupo di web.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...