in

Musica Online: dai sfogo alla tua playlist con questi servizi musicali

Lo so lo so ascoltare la musica non è mai stato così facile: basta prendere degli auricolari, attaccarli allo smartphone e premere su riproduci. Ormai le variabili si sono ridotte e l’importante si è spostato dal come al perché. 

Abbiamo raccolto per te i migliori quattro servizi di streaming musicali gratuiti e premium che vanno provati almeno una volta nella vita. Le tue orecchie te ne saranno grate, provare per credere.

- Annuncio Sponsorizzato -

Spotify

Iniziamo con Spotify, che dire, un validissimo servizio, 2 categorie, gratis e premium, la versione gratuita è soggetta a interruzioni pubblicitarie, ed è possibile usare il servizio tramite computer, tablet e smartphone in modo completamente gratuito, potrebbero esserci limitazioni sulla possibilità di saltare brani o di selezionare un brano specifico, queste infatti sul cellulare sono funzioni premium.

La versione a pagamento invece permettono l’uso del servizio senza pubblicità e senza vincoli di alcun tipo su tutti i dispositivi, inoltre è possibile scaricare la nostra musica preferita o intere playlist, per poter ascarle più tardi in modalità offline. Più informazioni qui.

Sempre sul pezzo Spotify è un continuo di offerte, promozioni e sconti.
Prova 3 mesi di Premium a 1 euro se ti va male, o a 99c se ti va bene!

Apple Music

Apple Music, è un servizio usufruibile tramite Itunes per windows e mac, e tramite iphone, ipod e ipad. Disponibile in versione singola, per famiglie e per studenti, in abbonamenti mensili o annuali a prezzi favorevoli per il mercato, Apple Music compete arduamente con Spotify e SoundCloud attraverso l’apprendimento e l’intelligenza artificiale per proporre contenuti che l’utente possa sempre apprezzare. Senza pubblicità, e con skip illimitati, Apple Music è disponibile solo tramite abbonamento, i prezzi sono di 10 euro al mese per gli abbonamenti singoli, 15 per quelli familiari (da dividere con la famiglia registrata nell’apple id) o 100 euro all’anno per chi vuole pagare per 365 giorni di servizio. Gli studenti universitari hanno a disposizione uno sconto di 5 euro al mese per un massimo di 3 anni di abbonamento.

Se sei un utente ios o android, e non ti piace scegliere, ti consiglio Beats One, la radio inglese di Apple, ne abbiamo parlato qui.

Youtube Music

Sono Music e Premium i due nuovi servizi a pagamento di Youtube, rispettivamente costano 10 e 12 euro al mese. Music è un diretto competitor di Spotify, Apple Music e company, mentre Premium evolve e semplifica le normali funzionalità di Youtube.

Youtube Music include un sito dedicato alla musica, raccolte e playlist dedicate, la possibilità di passare dal video musicale al solo audio.

Youtube Premium include Music e tutte le sue funzionalità, toglie la pubblicità da Youtube, permette il download dei video offline (ma non di esportarli) e di continuare la visualizzazione in background infine garantisce l’accesso a Youtube Originals.

SoundCloud

Infine osserviamo un sito internet che non viene considerato molto da chi ascolta musica, ma è un valido strumento per chi la produce. SoundCloud, è disponibile in tre versioni, Free e Pro e Unlimited, le limitazioni sono la durata totale di caricamento della canzoni, ma per noi che non dobbiamo caricare nessuna canzone i limiti non ci sono, le canzoni potrebbero non essere quelle originali, ma potrebbero essere pubblicate da terzi, oppure le canzoni potrebbero essere assenti. Per chi ha la necessità di caricare canzoni, la versione free ha un limite di due ore, la versione pro di 4 ore e la versione unlimited non ha limiti. Più informazioni qui.


Questi per me sono i migliori siti per ascoltare musica online, non ti resta che provarli, se ne conosci altri siti scrivilo nei commenti.

 

- Annuncio Sponsorizzato -

Segnala

Scritto da Massimiliano Formentin

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, il mio scopo con PcGenius è condividere questa mia curiosità con il mondo intero. Nella vita faccio anche altro: suono il pianoforte e mi occupo di web.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...