in

Sito Web in Locale con Xampp

Come si crea un sito internet? Lo sviluppo avviene in più fasi solitamente, tra cui troviamo la bozza del progetto, lo sviluppo in locale e poi la fase di beta testing e poi la diffusione al pubblico. Con questo articolo voglio mostrarti come avviare un sito web con Xampp permettendoti di gestire la fase di sviluppo in locale del sito web che poi quando vorrai potrà andare online in ogni momento.

Se invece hai dell’esperienza in più ti rimando ad altri articoli dove spieghiamo come creare un sito online con Altervista, e se invece sei un vero esperto, forse sei interessato ad un hosting dedicato come Flywheel, lo abbiamo recensito qui.

- Annuncio Sponsorizzato -

Se invece sei alle prime armi e vuoi semplicemente smanettare un po’ ti auguro una buona lettura.

Gli ingredienti magici…

Ok, prima di tutto hai bisogno di:

  • Un dominio, hai presente google.it? bene quello è un dominio, il tuo potrebbe essere ciao.com ma anche ciao.comeva.it, ne parleremo più in specifico in un altro articolo, è ottenibile gratis un dominio di terzo livello, presso un no-ip. Ne abbiamo già parlato qui.
  • Una cartella con minimo 2-3gb disponibili, la cartella con xampp si chiama htdocs.
  • Xampp (oppure le sottoversioni specifiche Wamp, Lamp…), è il nostro web server personale, include l’hosting, un database, un server ftp e un gestionale per le email personalizzato. Se vuoi il software specifico per Mac OsX puoi usare Mamp, per Linux, Lamp e per Windows, Wamp. Xampp è disponibile qui.

[Tweet “Ci sono due persone in ogni foto: il fotografo e l’osservatore. cit .Ansel Adams”]

Sito Statico o Dinamico?

Dovrai scegliere che tipo di sito creare, puoi optare per un sito dinamico e uno statico.

Nel caso del sito statico una volta configurato dovrai solo scrivere e salvare file, ci potrebbero essere complicazioni in base al livello di esperienza,

Nel caso del sito dinamico bisogna fare un ulteriore scelta ovvero quella del cms , che sarebbe il software che gestisce il sito web, rendendo disponibili la pubblicazioni di articoli, la gestione di uno shop, di un forum ecc….

Configuriamo il tutto…

Prima di parlare ancora di siti statici e dinamici pensiamo prima a configurare il tutto.

  1. Vai sul sito http://www.apachefriends.org/it/xampp.html
  2. Scarica la versione adatta al tuo sistema operativo
  3. Alla fine del download, installa il programma
  4. Lasciando i valori di default potrai trovare xampp in C:/xampp
  5. Avvia il programma xampp luncher nella cartella di xampp, dal desktop con la relativa icona o dal menu start con l’apposita icona, e avvia, apache e mysql che sono necessari per l’host e il database,
  6. Ora il sito è disponibile sul link http://127.0.0.1:80 oppure http:///localhost:80 e vedrai una schermata con il logo di xampp
  7. Per togliere la schermata vai sulla cartella di xampp, poi su htdocs, e infine elimina la cartella xampp
  8. Inserisci i file che vuoi, un index.php viene usato per le homepage, i formati più usati sono php, css ,js, html, ci sono poi file speciali come .htacess e robots.txt che impartiscono regole al browser che tu puoi specificare.
  9. Se vuoi un sito statico fermati al punto 8, e saltare al punto 12, se vuoi un sito dinamico continua a leggere.
  10. Per il sito dinamico devi scegliere un cms, a seconda delle tue esigenze ci sono moltissimi programmi che puoi usare, l’unico limite è la tua immaginazione
  11. Solitamente i csm sono grandi file .zip o .rar da estrarre e da mettere in htdocs o una sotto cartella, e navigando su 127.0.0.1/cartella o 127.0.0.1/sotto-cartella si eseguono le installazioni, sono richieste conoscenze in mysql dato che bisogna crearsi un database e un nome utente da utilizzare nell’installazione dei cms.
  12. Per rendere disponibile  il tuo sito web al grande pubblico devi avere un dominio i domini più usati sono di secondo o di terzo grado,
    1. google.it è di secondo grado
    2. maps.google.it è di terzo grado. 

Altre aziende possono regalarti il dominio, ma se non hai lo spazio web non te ne fai niente. Se vuoi comprarti un dominio (che normalmente dura un anno e poi può essere rinnovato) devi rivolgerti a un registar, aziende specifiche nel registrare domini per privati o aziende.

Da offline ad Online

No-ip ti viene in aiuto, è un sito dove puoi scegliere fino a tre domini di terzo grado per account, gratuito, che verranno però usati solo come host redirect, ovvero trasferiranno il visitatore al tuo indirizzo ip. Dovrai aprire la porta 80 sul modem oppure più facilmente una porta 8080, ma in questo caso dovrai cambiare anche la porta di apache, altrimenti il visitatore si troverà solo una pagina vuota.

Una volta aperta la porta del modem e aver configurato xampp, il tuo sito web sarà operativo, se la connessione manca sarà sempre accessibile dal tuo computer, ma non dagli altri.

Piccolo avvertimento / Suggerimenti aggiuntivi

Attenzione, tenere il computer accesso e usarlo come host per siti pesanti e/o professionali potrebbe essere pericoloso, e potrebbe essere esposto a hacker e virus, per questo di consiglio di optare per hostare il sito su host gratuiti, o host a pagamento, te ne consiglio due: Altervista, (lo abbiamo recensito qui), per l’host gratuito, e Flywheel che invece è a pagamento (abbiamo provato anche lui per te, la recensione la trovi qui)

- Annuncio Sponsorizzato -

Segnala

Scritto da Massimiliano Formentin

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, il mio scopo con PcGenius è condividere questa mia curiosità con il mondo intero. Nella vita faccio anche altro: suono il pianoforte e mi occupo di web.

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...