in

Come partecipare e cos’è la lotteria degli scontrini

Oltre al Cashback di Stato, iniziato a Dicembre con l’Extra CashBack di Natale e in fase ordinaria da Gennaio, il piano Cashless Italia prevedeva anche il lancio della Lotteria degli Scontrini inizialmente fissato a Gennaio e poi rimandato al 1° Febbraio.

Ora la Lotteria degli Scontrini è ufficialmente partita, ciò significa che è possibile richiedere ed utilizzare il proprio codice di gioco per provare a vincere uno dei premi dell’iniziativa. Ecco come funziona nel dettaglio tutta la procedura, quali sono i limiti, le restrizioni e i vantaggi della Lotteria sia per i clienti che per gli esercenti.

Articolo in fase di aggiornamento

Il contenuto di questo articolo è in fase di costante modifica e integrazione.
Se vuoi proporre correzioni o modifiche inviaci una mail a ciao@pcgenius.org

In Sintesi

Chiedendo la scansione del proprio codice identificativo, un po’ come già avviene per la tessera sanitaria in fase d’acquisto dei medicinali, verrà associato l’acquisto all’utenza e inviato automaticamente al sistema di Lotteria Italia. Nel corso del 2021 ci saranno delle estrazioni, ad ogni euro speso e ad ogni arrotondamento a cifra maggiore si ottiene un biglietto virtuale. La notifica in caso di vincita viene segnalata tramite sms, pec e raccomandata. Dal 1° Dicembre è possibile richiedere il codice personale dal sito dell’iniziativa, è sufficiente inserire il proprio codice fiscale.

Pagine Utili:
NormativaSito UfficialePartecipa OraFAQ
Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Cos’è la Lotteria degli Scontrini?

Per cercare di combattere l’evasione fiscale dei piccoli esercenti ed invogliare i cittadini all’uso della moneta elettronica, il Governo ha dato il via ad un progetto chiamato “Lotteria degli Scontrini“. Si tratta di una proposta presa in prestito e riadattata all’Italia da altri paesi come il Portogallo.

Al cittadino basterà richiedere il proprio codice lotteria e mostrarlo prima di ogni acquisto effettuato con metodo di pagamento elettronico all’esercente.

Il sistema traccerà l’importo speso e la modalità di pagamento. L’importo verrà convertito in biglietti lotteria utili ad accedere alle varie estrazioni settimanali, mensili ed annuali. Un euro corrisponde ad un biglietto.

lotteria recap
La lotteria degli scontrini in 3 semplici mosse

Come si richiede il Codice Lotteria?

Solo le persone fisiche residenti in Italia e aventi la maggiorata potranno partecipare all’iniziativa.

Puoi richiedere il codice lotteria dal sito ufficiale di Lotteria degli Scontrini e cliccando sulla seziona Partecipa ora.

Il Codice Lotteria è fondamentale per giocare alla lotteria degli scontrini. Si usa e si richiede gratuitamente dal portale ufficiale e viene richiesto solo il codice fiscale. Basterà farlo scansionare all'esercente per partecipare.
Questa è la schermata del sito ufficiale che consente di generare i codici lotteria
– clicca sull’immagine per visitare la pagina –

Sulla pagina dovremo spuntare il box della privacy e compilare il codice di sicurezza. Dovremo solo inserire il nostro codice fiscale e cliccare su genera il codice.

Verrà generato un codice che apparirà sullo schermo sottoforma di una finta tessera fedeltà fronte-retro. Potremo stampare le facciate per poi magari ritagliarle e incollarle assieme oppure salvare il pdf sul computer.

Un piccolo consiglio: scaricando una qualsiasi app di gestione delle tessere fedeltà come Stocard sarà possibile creare una carta personalizzata con il codice a barre del Codice Lotteria. Così sarà più facile averla sempre a nostra disposizione sullo smartphone.

Accedendo all’area riservata avremo modo di recuperare eventuali codici generati e persi ma anche bloccare la possibilità di crearne di nuovi tramite il portale pubblico e di modificare i nostri dati aggiungendo ad esempio una mail o una pec per ricevere in tempo reale la comunicazione di vincita durante le varie estrazioni.

L'homepage dell'area riservata della lotteria degli scontrini è un riepilogo degli scontrini caricati dall'esercente e dei relativi biglietti di gioco. Come per il cashback l'upload non è immediato e potremmo dover attendere alcuni giorni prima di avere l'effettivo riscontro.
La prima schermata dell’area riservata ci mostra il riepilogo della nostra situazione, ovvero il numero degli scontrini caricati, dei biglietti generati e delle estrazioni a cui prenderemo parte.
Dall'area privata della Lotteria degli scontrini potremo gestire le autorizzazioni ed i recapiti. Ad esempio, aggiungendo la PEC potremo evitare la raccomandata A/R guadagnando temo per riscuotere il tanto agognato premio.
Cliccando su “I mei dati personalI” avremo la possibilità di inserire la mail, la pec e il numero di telefono. Questi dati serviranno a facilitare la comunicazione della vincita. Consiglio a tutti di bloccare la generazione dei codici dall’area pubblica così da evitare rogne.

Come funzionano i biglietti?

Prima dell’emissione dello scontrino, se paghiamo con carta, possiamo chiedere all’esercente di scannerizzare il nostro codice lotteria. La scannerizazzione farà si che lo scontrino venga trasmesso all’Agenzia delle dogane e dei monopoli che convertirà l’importo da noi speso in biglietti validi per le varie estrazioni presenti in quel momento.

Per ogni euro speso otterremo un biglietto. Per gli importi con decimali l’arrotondamento avviene per eccesso se la cifra corrisponde almeno a 49 centesimi, altrimenti si arrotonda per difetto. Ad esempio la spesa corrispondente a 65.50€ porterà il consumatore ad ottenere 66 biglietti anziché 65.

Non tutti gli acquisti con carta potranno partecipare alla Lotteria degli Scontrini, se viene richiesta la tessera sanitaria o in generale una detrazione fiscale non potremo mostrare il nostro codice lotteria all’esercente. Lo stesso avviene per i biglietti di cinema, teatro, musei, per la benzina o la ricevuta di una spedizione postale perché non è prevista certificazione fiscale tramite memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi.

Non è facile vincere alla lotteria degli scontrini ma se dovesse succedere assicuratevi di controllare la posta e di inserire la PEC nell'area riservata disponibile sul sito dell'iniziativa.
Sappiamo tutti che alla fine andrà così

Da un unico scontrino potremo ottenere da un minimo di un biglietto ad un massimo 1.000 biglietti. Questo significa che gli importi inferiori ad un euro non saranno considerati (non c’è l’arrotondamento per eccesso) e che le cifre sopra ai mille euro verranno troncate a mille biglietti.

Cosa si può vincere?

Ogni biglietto da una chance in più di vincere uno dei premi in palio. Ogni transazione valida ed i relativi biglietti di gioco sono collegati solo ad una ed una sola estrazione settimanale, mensile ed annuale.

  • Estrazione Annuale:
    • Per chi compra: un premio da 5.000.000€
    • Per chi vende: un premio da 1.000.000€
  • Estrazione Mensili:
    • Per chi compra: dieci premi da 100.000€
    • Per chi vende: dieci premi da 20.000€
  • Estrazioni Settimanali:
    • Per chi compra: quindici premi da 15.000€
    • Per chi vende: quindici premi da 5.000€

Ciò significa che l’estrazione riguarda il consumatore e la transazione che ha generato i biglietti vincenti. Ad essere premiati saranno anche gli esercenti che hanno dato luogo alla vendita fortunata.

Potremo sparare soldi e navigare nell'oro dopo aver partecipato alla lotteria degli scontrini? Probabilmente no ma sognare è gratis!
Un giorno forse saremo così

La vincita è esentasse e non c’è necessità di presentare lo scontrino vincente. É però necessario dimostrare la transazione con un estratto conto o documentazione analoga.

L’esito favorevole dell’estrazione viene comunicato in modo informale con l‘e-mail e in modo formale con una PEC o con una raccomandata A/R in caso di assenza di un valido domicilio digitale. Le informazioni personali possono essere aggiunte dal partecipante attraverso la propria area riservata accessibile con CNS, Carta d’Identità Elettronica e SPID.

Le informazioni necessarie per rintracciare il vincitore verranno estratte dall’Anagrafe Tributaria o dall’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. Con SPID, è possibile verificare le informazioni presenti nell’ANPR se il comune del partecipante è già abilitato all’erogazione del servizio.

Verremo tutti tracciati?

No, il sistema non incrocia i dati dei prodotti acquistati dallo scontrino. Vengono solo comunicati l’importo, il codice lotteria personale ed il metodo di pagamento.

I dati vengono elaborati e inviati al Sistema Lotteria dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. L’anagrafica viene invece ricavata dai sistemi dell’Anagrafe della Popolazione Residente (ANPR).

All’esercente NON sarà possibile incrociare dati sugli acquisti, effettuare profilazione individuale o aggregata ne accedere ad altri tuoi dati tramite l’iniziativa della Lotteria degli Scontrini.


É un piano che funzionerà?

Forse si e forse no. Rispetto ad altre iniziative europee simili c’è molto di differente, a partire dalla richiesta di un codice univoco quando in realtà basterebbe usare il proprio codice fiscale. In ogni caso, l’economia sommersa vale 211 miliardi, più del 10% del PIL. Tentare anche in piccola parte di far emergere senza multe o repressione ciò che ora si nasconde non è sicuramente sbagliato.

L’ostacolo più grande per quanto concerne la lotteria degli scontrini è sicuramente l’aggiornamento delle casse automatiche da parte degli esercenti che hanno dovuto o non vogliono sostenere il costo per un aggiornamento del registratore di cassa che spesso non ha un costo indifferente dopo aver speso nel 2020 per adeguare il registratore allo scontrino / fattura elettronica. Dovrebbe essere previsto un credito d’imposta del 30% ma per molti esercizi commerciali chiusi ad esempio per le restrizioni del lockdown si tratta comunque di costi “non prevedibili” difficili da ammortizzare nel costo del tempo.

Il rischio quindi è che pochi si adeguino e che in molti rinuncino a giocare. La critica personale che rivolgo al sistema è il basso numero di premi. Probabilmente, insieme ad un ulteriore aiuto per l’adeguamento del registratore di cassa, erogare un maggior numero di premi con un importo inferiore per un palio dello stesso valore avrebbe reso il sistema più utile nel combattere l’evasione fiscale.

Rimane comunque un buon metodo per favorire la moneta elettronica e far abituare le persone ad usarla senza però obbligare nessuno. Le conclusioni però le potremo trarre solo alla fine dell’anno prossimo.

Segnala

Scritto da Massimiliano Formentin

Sono sempre stato un appassionato di tecnologia, il mio scopo con PcGenius è condividere questa mia curiosità con il mondo intero. Nella vita faccio anche altro: suono il pianoforte e mi occupo di web.

Cosa ne pensi?

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
apple red 88414

Perché alcuni prodotti rossi sono speciali?

black and white laptop computer turned on

Spotify Wrapped 2020: il tuo anno in musica è tornato